,,

Gentiloni dice che sul clima c'è una differenza non secondaria con gli Usa

Il premier: "Sono in fase di revisione, spero facciano presto e bene"

Taormina, 27 mag. (askanews) – “Sul clima si registra una differenza non secondaria e su un tema importante, non l’abbiamo scoperta a Taormina. Mi auguro che la differenza riusciremo a colmarla nelle prossime settimane”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, nella conferenza stampa finale al G7 di Taormina.

“Dopo una discussione molto articolata – ha aggiunto – siamo arrivati semplicemente a prendere atto del fatto che mentre sei Paesi confermano pienamente i loro impegni assunti con gli accordi di Parigi, gli Usa sono ancora in una fase di revisione della loro politica in questo campo. Mi auguro che questa fase di revisione si concluda presto e bene: presto perchè lasciare nella posizione di incertezza sarebbe grave e bene perchè l’attuazione degli accordi di Parigi ha bisogno del contributo degli Usa”.

Per quanto riguarda la questione dell’immigrazione, ha detto ancora il presidente del Consiglio, il tema era “chiuso da settimane, non è stato oggetto di particolare dibattito se non per riconoscere il valore di quella accoglienza umanitaria di cui questa terra è per noi l’emblema”. Ma “quello che conta – ha aggiunto Gentiloni – è che l’Africa è di nuovo al centro delle nostre agende”.

“Io – ha concluso – credo che le tracce dell’Africa siano state molto forti dentro questo vertice, immagino che più o meno un quarto o un quinto del tempo sia stato dedicato al confronto con le organizzazioni internazionali e con i leader africani”.

ASKANEWS | 27-05-2017 15:47

20170527_154650_51A3C690.jpg

TAG:

,,,,,,,