,,

Ex assessore Muraro: l'emergenza rifiuti a Roma prevista da mesi

"Classe dirigente improvvisata, che non conosce la città"

Roma, 10 mag. (askanews) – “Si sapeva da mesi che Roma sarebbe andata in emergenza, ma purtroppo non è stato fatto niente. Colpa di una classe dirigente improvvisata, che non conosce la città”: lo afferma Paola Muraro, ex consulente dell’Ama, per cinque mesi assessore all’Ambiente della giunta Raggi. “La verità – afferma in una intervista a Repubblica – è che io avrei voluto mettere mano all’intreccio perverso tra politica e malaffare, ma mi hanno fatta fuori”.

“In Ama ci sono dirigenti che stanno lì da 20 anni, E che puntualmente si fanno trovare impreparati. Se si rompe un macchinario, bisogna intervenire subito, ma Ama non ha manutentori, usa ditte esterne. Facile gridare al sabotaggio, Vedrà la Procura, io non ci credo”.

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti chiede al Comune di indicare nuovi impianti, Raggi sostiene che nonservono perché nel 2021 Roma arriverà al 70% di differenziata: “Ho apprezzato la Regione, che, con la determina 119/2016 aveva individuato il fabbisogno impiantistico anche di Roma capitale”, afferma Muraro. “Con me l’Ama avrebbe realizzato mini-isole ecologiche, quattro impianti di compostaggio e una piccola discarica di servizio. Ma poi hanno bloccato tutto”.

ASKANEWS | 10-05-2017 09:07

20170510_090750_99A0D247.jpg

TAG:

,,,,,,,