,,

Colpo alla 'Ndrangheta, smantellata la cosca Arena: 68 fermi

Operazione di polizia coordinata dalla Dda di Catanzaro

Roma, 15 mag. (askanews) – Nel corso della notte, oltre 500 tra agenti della Polizia di Stato appartenenti alle Squadre Mobile delle Questure di Catanzaro e Crotone, Carabinieri del ROS e del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo di Catanzaro e Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria e della Compagnia di Crotone con il concorso dei rispetti Uffici e Comandi centrali, hanno tratto in arresto 68 persone, destinatarie di un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura di Catanzaro a carico di altrettante persone accusate di associazione di tipo mafioso, estorsione, porto e detenzione illegale di armi, intestazione fittizia di beni, malversazione ai danni dello stato, truffa aggravata, frode in pubbliche forniture e altri reati di natura fiscale, tutti aggravati dalla modalità mafiose.

I provvedimenti, disposti dalla Direzione Distrettuale Antimafia guidata dal procuratore capo Nicola Gratteri, a seguito di indagini coordinate dal procuratore aggiunto Vincenzo Luberto, hanno smantellato la storica e potentissima cosca di ‘Ndrangheta facente capo alla famiglia Arena – al centro di traffici nelle provincie di Catanzaro e Crotone.

In una nota si spiega che dalle indagini, oltre alle tradizionali dinamiche criminali legate alle estorsioni, esercitate sul territorio catanzarese e su quello crotonese, è emerso che la cosca controllava, la gestione del centro di accoglienza per migranti di Isola Capo Rizzuto e coltivava ingenti interessi nelle attività legate al gioco ed alle scommesse.

ASKANEWS | 15-05-2017 09:20

20170515_092028_C380F0AF.jpg

TAG:

,,,,,,,