,,

"Ciò che facciamo è giusto prima ancora che di sinistra" (Renzi)

Ci fanno l'esame del sangue

Roma, 27 giu. (askanews) – Le riforme realizzate dal Pd sono “giuste” prima ancora che “di sinistra”. Lo dice Matteo Renzi nella e-news: “A chi ci fa l’esame del sangue per capire quanto siamo di sinistra, rispondiamo che fare ciò che abbiamo fatto e stiamo facendo su pensioni, periferie, povertà, lavoro, tasse è giusto, prima ancora che di sinistra. Giusto”.

Dice Renzi: “Non so se è di sinistra, ma è giusto mandare in pensione prima chi ha subito le penalizzazioni della Legge Fornero. Non so se è di sinistra, ma è giusto mettere più soldi sulle marginalità, a cominciare da povertà e periferie.

Non so se è di sinistra, ma è giusto creare 854.000 posti di lavoro, di cui due terzi a tempo indeterminato. Non se se è di sinistra, ma è giusto abbassare le tasse, a cominciare dal ceto medio con gli 80 euro mensili”.

Insomma, “non so quanto queste cose siano di sinistra. So che queste cose sono giuste. Le abbiamo fatte, dobbiamo continuare a farle. Dobbiamo farle meglio, correggendo gli errori del passato. Ma proseguendo su questa strada, visto che i risultati economici piano piano arrivano. Risultati che non nascono dal cielo ma dalle leggi di bilancio approvate negli scorsi anni. E dalla settimana prossima parte l’operazione aumento delle pensioni minime, un’altra iniziativa che in tanti hanno definito solo uno slogan. Un altro tassello in nome dell’equità sociale”.

ASKANEWS | 27-06-2017 21:21

20170627_212100_B1E11230.jpg

TAG:

,,,,,,,