,,

Chi è veramente lo studente che ha a perto il fuoco al liceo di Grasse

Esclusa la pista terroristica

Roma, 16 mar. (askanews) – Il ragazzo che ha aperto il fuoco in una scuola nel sud della Francia sarebbe stato motivato da rabbia nei confronti dei compagni. L’ha affermato oggi la procuratrice Fabienne Atzori in una conferenza stampa, mentre la ministra dell’Educazione transalpina Najat Vallaud-Belkacem ha segnalato che il giovane arrestato è “affascinato dalle armi da fuoco”.

Atzori ha spiegato che il 17enne parrebbe essere stato mosso dalle “cattive relazioni con gli altri studenti”. La pista terroristica era stata già esclusa dagli inquirenti dopo i primi timori e questa valutazione è stata confermata dalla magistrata.

Il ragazzo è in custodia con l’accuasa di tentato omicidio.

La sparatoria è avvenuta oggi in un liceo di Grasse, nelle Alpi marittime. S’è trattato, ha dichiarato sul posto la ministra di un “atto folle di un giovane uomo fragile e affascinato dalle armi da fuoco”.

La ministra ha anche voluto sottolineare il comportamento “eroico” del preside della scuola. “Il preside s’è precipitato” verso l’aggressore, quando questi ha tirato fuori l’arma “per tentare di farlo ragionare. Ma non c’è riuscito. Il ragazzo ha sparato e “ha ferito direttamente quattro persone, tra le quali il preside e tre altri liceali”. Non si tratta di ferite gravi, secondo la ministra.

Altri dieci studenti sono “stati presi in consegna dall’ospedale”, ha continuato, perché sono “scioccati” oppure hanno “ferite leggere dovute al caos” che s’è verificato.

Gli inquirenti sono ora impegnati – ha detto ancora la ministra – a “determinare se l’aggressore abbia avuto dei complici e se avesse motivazioni specifiche per agire così”.

ASKANEWS | 16-03-2017 18:51

20170316_185131_D107DD1F.jpg

TAG:

,,,,,,,