,,

Batosta elettorale a Tokyo per il partito del premier Shinzo Abe

Stampa: possibili ripercussioni sul governo

Tokyo, 3 lug. (askanews) – Il partito conservatore del premier giapponese Shinzo Abe ha registrato una sconfitta storica alle elezioni amministrative tenute ieri a Tokyo, una deblacle che, secondo la stampa, potrebbe avere ripercussioni sul governo.

La governatrice di Tokyo, Yuriko Koike, eletta nel luglio 2016, ha vinto 79 seggi con la coalizione formata attorno al suo nuovo partito “Kokumin first” (“gli abitanti della capitale prima”), pari a più della maggioranza assoluta dei 127 seggi dell’assemblea della capitale. Il suo partito ne ha conquistati 49.

Il partito centrista Komeito, alleato a livello nazionale al Partito liberal democratico (Pld) di Abe ma che ha sostenuto la governatrice, ha portato altri 23 seggi alla coalizione. Il Pld di Abe, che contava 57 seggi nell’assemblea uscente, ne ha persi più della metà, aggiudicandosene solo 23, stando ai risultati definitivi diffusi dai media. Il Pld non ha mai avuto meno di 38 seggi a Tokyo.

“Dobbiamo considerare il risultato come una severa critica contro il nostro partito”, ha detto oggi il premier alla stampa, annunciando di essere “deciso a rimodellare il partito in modo da lavorare insieme e conquistare di nuovo la fiducia della popolazione con il raggiungimento di obiettivi”. Abe è stato eletto premier nel 2012 con il mandato di rilancare la crescita economica.

I media sono unanimi nel sostenere che l’esito del voto avrà ripercussioni sul governo. La sconfitta del Pld è stata attributa a diversi scandali che hanno investito di recente Abe e i suoi più stretti collaboratori, ma anche all’adozione di diverse leggi che hanno incontrato forte opposizione. Il premier, che da diverse settimane rifletteva su un rimpasto di governo da attuare tra agosto e settembre, potrebbe essere costretto ad anticipare tale misura.

ASKANEWS | 03-07-2017 09:34

20170703_093431_60AB46CE.jpg

TAG:

,,,,,,,