,,

Banderas, "I selfie male triste di oggi"

Hollywood non più luogo ma brand. Dal 13/7 in Black Butterfly

(ANSA) – ISCHIA (NA), 11 LUG – Dopo l’infarto che lo ha colpito a fine gennaio, è “come rinato, rilassato, tranquillo”.

Parola di Antonio Banderas, 57 anni il 10/8, star di Ischia Global Fest per il lancio di Black Butterfly di Brian Goodman, in sala dal 13/7.

“Hollywood? Non è cambiato il mio rapporto con il cinema – dice all’ANSA – ma il cinema stesso. Hollywood è un non luogo, è un brand, non c’è più bisogno di andare lì per lavorare”.

Assediato dalle richieste di foto, asseconda il trend ma scuote la testa: “I selfie? La più triste invenzione contemporanea. Non lo dico per fare l’uomo di altri tempi ma perché esaltano l’egocentrismo e falsano la personalità”.

In Black Butterfly, interpretato con Jonathan Rhys Meyers (prodotto da Ambi, in sala per Notorius) è un misterioso scrittore in cerca di nuova linfa creativa. Poi sarà Lamborghini nell’omonimo film con Alec Baldwin-Enzo Ferrari in preparazione da Michael Radford, che lo ha diretto ne La musica del silenzio, scritto da Andrea Bocelli in sala il 18-19-20 settembre.

ANSA | 11-07-2017 19:30

96119bf6db63e9a8a88a888f49a35fb7.jpg Fonte foto: ANSA
,,,,,,,