,,

Attentato a Manchester, bambini tra le 22 vittime, morto anche l'attentatore

"Priorità è stabilire se ha agito da solo o come parte di una rete"

Roma, 23 mag. (askanews) – E’ di “22 morti accertati, tra cui alcuni bambini, e di 59 feriti” l’ultimo bilancio della strage di ieri sera a Manchester, al concerto della pop star Ariana Grande.

Lo ha confermato il capo della polizia Ian Hopkins, spiegando che l’esplosione alla Manchester Arena è stata provocata da un “attentatore morto suicida”. “Stiamo facendo tutto il possibile per sostenere i feriti, che sono stati trattati in otto ospedali” in città.

“Abbiamo trattato questo problema come un attacco terroristico e crediamo che sia stato condotto condotto da un uomo: la priorità è stabilire se ha agito da solo o come parte di una rete”, ha spiegato Hopkins. “L’attentatore, posso confermarlo, è morto all’Arena. Riteniamo che fosse in possesso di un ordigno improvvisato, che ha detonato, causando questa atrocità”.

Hopkins ha confermato che la polizia ha dispiegato “numerose risorse” per l’inchiesta e la gestione della sicurezza, dopo quello che ha definito “l’incidente più orribile mai avuto nella Grande Manchester”. Più di 400 agenti sono intervenuti subito dopo l’esplosione e durante tutta la notte, ha aggiunto. “La nostra priorità è lavorare con l’antiterrorismo nazionale e con i servizi di intelligence britannici per accertare tutti i dettagli sull’individuo che ha compiuto questo attacco”, ha precisato Hopkins.

“I terroristi non ci abbatteranno, nessuno ci dividerà, continueremo a lavorare tutti insieme per combattere questo tipo di attacchi”, ha insistito il capo della polizia, invitando tutti i cittadini britannici a “restare vigili e attenti”. “Se qualcuno ha delle informazioni, avverta immediatamente la polizia”, ha aggiunto.

ASKANEWS | 23-05-2017 09:57

20170523_095735_96ED7F82.jpg

TAG:

,,,,,,,