,,

Appalti truccati, ecco i politici e colletti bianchi sotto inchiesta a Napoli

Presunto giro di tangenti per 18 appalti da venti milioni di euro

Roma, 15 mar. (askanews) – “Una impressionante rete di legami illeciti”. Così che il procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli, capo del pool anticamorra che ha guidato le indagini sulle tangenti per diciotto appalti tra Napoli, Caserta e Benevento, ha definito i rapporti tra imprenditori, politici, funzionari pubblici e docenti universitari finiti sotto inchiesta. Gli inquirenti hanno parlato di un “sistema di potere” che andava dalla ideazione dell’opera da applatare alla sua esecuzione e al pagamento delle tangenti.

Nel lungo elenco dei politici e dei colletti bianchi coinvolti nell’inchiesta, spicca il nome del consigliere Pasquale Sommese, ex assessore delle Risorse umane durante la Giunta Caldoro e attuale consigliere regionale del Nuovo centrodestra, destinatario della misura cautelare in carcere. Ci sono poi Angelo Giancarmine Consoli, del Nuovo centrodestra e il sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro, ex presidente dell’ordine degli architetti di Caserta, destinatari di misura cautelare in carcere. Ai domiciliari, invece l’ex sindaco di Pompei Claudio D’Alessio, del Partito democratico; l’ex sindaco di San Giorgio a Cremano, Domenico Giorgiano; il fratello dell’ex sindaco Pd di Casapesenna, Raffaele De Rosa; l’ex sindaco di Casapulla Ferdinando Bosco.

Ai domiciliari in via cautelare anche la direttrice della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per l’area metropolitana di Napoli Adele Campanelli; Daniele Marrama, presidente della fondazione del Banco di Napoli (anche se i fatti contestati non riguardano il suo ruolo di presidente); Salvatore Visone, l’ex presidente dell’Ordine degli architetti di Napoli e provincia; il direttore amministrativo dell’azienda per il Diritto allo studio all’università di Caserta Claudio Borrelli.

Un misura cautelare è stata disposta anche per Andrea Rea e Paolo Stabile, rispettivamente ex presidente ed ex direttore generale della Mostra d’Oltremare di Napoli: il primo è agli arresti domiciliari e il secondo in carcere.

ASKANEWS | 15-03-2017 14:17

20170315_141719_115080D1.jpg

TAG:

,,,,,,,