,,

Ammainata bandiera Isis a Tabqa. Forze curde: città liberata

Osservatorio siriano: ripreso più di 70% città

Roma, 2 mag. (askanews) – Lo Stato Islamico (Isis) è stato cacciato da Tabqa, città bastione del Califfato ad appena 50 chilometri dalla sua capitale Raqqa nel Nord della Siria.

L’annuncio ufficiale è stato dato ieri dalle forze di Siria Democratica (SDF), un’alleanza curdo-araba sostenuta da Washington e dominata dalle Unità di Difesa del Popolo curdo (Ypg).

Nonostante gli attacchi della Turchia si siano intensificati contro di loro nelle ultime settimane, le forze di Siria Democratica, hanno perso la città e ammainato la bandiera del Califfato nel centro cittadino, Attivisti curdi hanno postato in rete numerose fotografie affermando che si tratta di armi e munizioni lasciata dai combattenti dell’Isis durante la loro ritirata dagli ultimi due quartieri del centro abitato prima di dirigersi verso nord e ovest, come ha riferito il sito online della tv satellitare al Arabiya.

Si tratta di una conquista strategica, che apre la strada alle forze di “Siria Democratica” per l’offensiva a Raqqa. Nel frattempo, secondo l’emittente saudita, sono in arrivo all’aeroporto militare cittadino rinforzi in mezzi e uomini per stringere l’assedio introno alla grande roccaforte del Califfato, Raqqa.

In precedenza l’Osservatorio siriano per i diritti umai, una Ong vicina all’opposizione, ha riefrito che SDF “ha preso sotto il suo controllo oltre il 70% della città”.

ASKANEWS | 02-05-2017 13:51

20170502_135144_D7CA3982.jpg

TAG:

,,,,,,,