,,

Acciaitalia invia una nuova offerta per l'Ilva, subito 9.800 assunti

Non aderiscono Cdp e Arvedi

Roma, 3 giu. (askanews) – Acciaitalia tenta il rilancio nella gara per l’Ilva e ha inviato al Ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda e ai Commissari Straordinari di Ilva Spa Piero Gnudi, Enrico Laghi e Corrado Carrubba una offerta irrevocabile di incremento del prezzo di acquisto degli asset di Ilva portandolo a 1.850 milioni, nonché l’impegno ad assumere immediatamente 9.800 dipendenti dei quali 2.000 impegnati nella realizzazione degli investimenti ambientali e industriali. La validità della offerta è stata inoltre estesa al 30 settembre 2017.

Jindal South West (JSW) e Delfin – si legge in un comunicato – hanno deciso di prendere autonomamente questi impegni nonostante la non adesione della CDP e di Arvedi, impegnandosi a rilevarne pariteticamente le quote detenute in Acciaitalia.

Per la realizzazione del piano sono stati preventivati circa 3,1 miliardi di investimenti, di cui: circa 1 miliardo a favore dell’ambiente da concludersi entro il 2021, in anticipo di due anni sulla prescrizione del Ministero; 1,1 miliardi per il rifacimento degli impianti attuali inclusa la riattivazione dell’Altoforno 5; 1 miliardo per la realizzazione di impianti di de-carbonizzazione volti all’espansione della capacità produttiva di ulteriori circa 5 milioni di tonnellate di colato mediante l’impiego di tecnologie innovative, quali l’utilizzo del forno elettrico alimentato a pre-ridotto, non ancora presente in Europa e a minore impatto ambientale.

ASKANEWS | 03-06-2017 16:22

20170603_162249_7B63820E.jpg

TAG:

,,,,,,,