,,

Alpinista italiano in Pakistan: l'intervento dei soccorritori

Il ragazzo, 30 anni, è in gravi condizioni

Francesco Cassardo, l’alpinista di Rivoli ferito dopo essere precipitato sul Gasherbrum VII, è stato trasportato più a valle. Secondo quanto fa sapere l’Ansa, i soccorritori hanno raggiunto l’alpinista che si trovava insieme a Cala Cimenti, e hanno improvvisato una slitta per trarlo in salvo. Insieme, si sono recati nel punto in cui Cimenti aveva piazzato la tenda prima di scalare il Gasherbrum VII. Hanno passato la notte lì, in attesa dell’arrivo di un elicottero.

Intanto, su immediato input del Ministro Enzo Moavero, la Farnesina e l’Ambasciata d’Italia in Pakistan si sono attivate da sabato presso le autorità locali, per ottenere l’intervento di soccorso di un elicottero. Moavero ha riferito: “Secondo quanto ci è stato comunicato, ragioni imperative di carattere tecnico hanno reso sinora impossibile tale intervento, perché gli elicotteri a disposizione delle unità di soccorso pakistane non hanno potuto effettuare in sicurezza l’operazione considerata l’alta quota dove si trova Francesco Cassardo”.

Alpinista italiano ferito in Pakistan: la vicenda

Un alpinista piemontese, Francesco Cassardo, di professione medico, è rimasto ferito in un incidente sulle montagne del Pakistan ed è in gravi condizioni. L’uomo è scivolato per alcune centinaia di metri mentre scendeva dal Gasherbrum VII. La famiglia ha lanciato un preoccupato appello al ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi: “Se non si alzerà presto un elicottero morirà”. Intanto Carlalberto Cimenti, l’amico che con lui aveva scalato la montagna, ha annunciato su Facebook: “Stanno arrivando altri due polacchi ad aiutarci. Visto che l’elicottero non arriva abbiamo deciso di portarlo giù a piedi. Probabilmente cammineremo tutta la notte ma portiamo Francesco in salvo”.

Come riporta l’Ansa, il suo compagno di cordata, Cimenti detto Cala, lo ha raggiunto e ha passato la notte con lui, a quota 6.300 metri, tenendosi in contatto con un team di sanitari. Cimenti ha fatto sapere che pur essendo in condizioni “gravi ma stazionarie”, Cassardo è “vigile e lucido” e in grado di dare indicazioni ai soccorritori.

Alpinista ferito, l’appello del fratello di Francesco Cassardo

Intanto il fratello del ragazzo nell’appello al ministro degli Esteri, che è stato pubblicato sul sito del Corriere della Sera, ha chiesto: “Signor ministro, la prego mi aiuti. Ci aiuti. Mio fratello sta morendo. Siamo arrivati al limite. Se non si alzerà presto un elicottero morirà. Ogni minuto perso è una probabilità in meno di salvarsi per Francesco. Finora ogni intervento del nostro ambasciatore non ha sbloccato la situazione. Chiedo a lei, signor ministro, di fare qualcosa, qualsiasi cosa, per provare a salvarlo”.

Cimenti, in un messaggio del 17 luglio, aveva spiegato che il Gasherbrum VII era una montagna ancora non scalata con una parete innevata su cui sarebbe bello mettere gli sci”. “Una linea magica – precisava – ancora mai tracciata finora”. Il 20 luglio, su internet, aveva poi scritto: “Cima! Cala è riuscito a salire l’inviolato GVII. Ora comincia la discesa sugli sci”.

Chi è Francesco Cassardo

Francesco Cassardo, medico di Rivoli, come riporta La Repubblica, era arrivato in Pakistan per dare una mano a medici e infermieri di un ambulatorio locale cui doveva insegnare l’uso di un ecografo e a cui aveva portato medicinali difficili da reperire in quel Paese. Terminata la missione umanitaria, con l’amico Cala Cimenti, alpinista e sciatore estremo piemontese, avevano deciso di tentare l’impresa in sci dalla vetta himalayana. L’incidente si è verificato durante la discesa, il 30enne è scivolato per una centinaia di metri procurandosi ferite in varie parti del corpo. È rimasto sempre cosciente e assistito dal compagno di avventura, ma le sue condizioni sono gravi.

VIRGILIO NOTIZIE | 21-07-2019 14:26

foto dei due alpinisti italiani feriti in Pakistan Fonte foto: Ansa
,,,,,,,