,,

Alleanza Salvini-Renzi, la replica del leader della Lega

Il leader della Lega ha smentito l'ipotesi di una possibile alleanza con Italia Viva e ha attaccato Conte ed il governo

Nuovi attacchi al governo da parte di Matteo Salvini che, ospite alla presentazione del nuovo libro di Bruno Vespa, ha detto la sua sugli argomenti più importanti degli ultimi giorni. Dalla possibile alleanza con Matteo Renzi, passando per il Mes, le critiche a Conte e il piano per le prossime elezioni in Emilia Romagna e Calabria, il leader della Lega si è sfogato rispondendo alle domande dei giornalisti presenti.

Sull’eventuale alleanza con Renzi, ipotesi trapelata nelle scorse ore, Salvini ha negato seccamente: “Non la vedo come una ipotesi reale. Vedermi al governo con Renzi è più difficile che vedermi con la maglia dell’Inter, ipotesi impossibili ambedue, non per cattiveria o pregiudizi. Abbiamo idee diverse e formazione culturale diverse, prospettive diverse”.

In vista delle prossime elezioni in Emilia Romagna e Calabria, entrambe previste il 26 gennaio prossimo, il leader della Lega ha svelato: “I sondaggi davano testa a testa in Umbria, e poi s’è visto com’è andata. Io sono ottimista e credo che l’Emilia Romagna cambierà, e poi lo farà anche la Toscana. Girando per la regione sento tanta voglia di cambiamento”.

“Il candidato in Calabria lo sceglieremo tutti assieme tra alleati, ieri sera con Berlusconi non abbiamo parlato di candidature alle regionali” ha proseguito.

Poi il parere sul movimento delle “sardine” che, prima a Bologna e poi a Modena, lo ha contestato: “Sono fiducioso, poi che il dibattito verta sulle sardine fa capire il momento storico che viviamo, sono piazze contro. La vita è bella e guardare google per sapere dov’è Salvini per manifestare contro, non è una bella vita…”.

L’attacco a Conte e al governo

L’ex ministro dell’Interno, approfittando dello scottante argomento sul Mes, ha poi attaccato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte: “Noi abbiamo sempre detto ‘non toccate il Mes’. Ho sempre detto a Conte e Tria, non avete mandato a trattare. Se qualcuno l’ha fatto, l’ha fatto tradendo il mandato del popolo italiano”.

“A parte che Conte mente e non è la prima volta. Oggi mi devo difendere da attacchi di Suso, su Greggio, con tutti i problemi del Paese” ha poi proseguito Salvini, facendo riferimento alle polemiche delle ultime ore piovute dopo gli auguri al centrocampista del Milan e sulla questione della cittadinanza onoraria a Liliana Segre.

Proprio sulla Segre, poi, ha dichiarato: “Fosse stato per me, gliel’avrei data la cittadinanza a Liliana Segre”.

Salvini poi ha anche auspicato il ritorno anticipato alle urne: “”L’unico governo legittimo sarà figlio delle prossime elezioni e del prossimo Parlamento”.

Facendo un passo indietro, precisamente a quando fece cadere il primo esecutivo Conte, il leader della Lega ha spiegato il significato delle parole dette: “Quando chiesi ‘pieni poteri’, intendevo nel rispetto della Costituzione. Chiedevo un mandato popolare, senza trattare ogni giorno con Toninelli, Bonafede, mondi diversi, altre lingue”.

L’affondo a Pd e M5s

“Pd e Cinque Stelle si stanno facendo del male, ma lo stanno facendo anche al Paese. Sono in contatto con tanti investitori stranieri che col piffero vengono a investire in Italia. Stanno facendo terrorismo alle imprese” ha ammesso Salvini.

Chiedendo a gran voce le elezioni anticipate, il leader del Carroccio ha poi sottolineato: “Sono certo che con un governo Salvini ci saranno più diritti, una democrazia sociale più evoluta, non scimmiotto né il modello russo, americano o ungherese. Siamo e saremo una democrazia forte”.

Infine ha ipotizzato: “Il collante del potere e della spartizione del potere è fortissimo, quindi razionalmente dovrei dire che questo governo dura tanto. Poi però ci sono le ragioni del cuore e dico che non andranno avanti oltre qualche mese…”.

VIRGILIO NOTIZIE | 20-11-2019 19:50

salvini Fonte foto: Ansa
,,,,,,,