,,

Allarme bomba a Tolone, anziano in ospedale con un proiettile d'artiglieria nel retto: sgomberato il reparto

L'uomo di 88 anni ha provocato l'allarme nella struttura sanitaria francese: gli artificieri sono intervenuti mentre il proiettile veniva rimosso

Pubblicato il:

Allarme bomba in un ospedale di Tolone, in Francia, a causa di un uomo di 88 anni che si è presentato in ospedale con un proiettile di artiglieria incastrato nel retto. Lo riporta Adnkronos, citando il Var-Matin, quotidiano d’informazione del sud-est francese. L’anziano ha detto ai medici di aver utilizzato la granata per procurarsi piacere, ma che non ci fosse alcun pericolo perché aveva prima disinnescato l’ordigno. Le rassicurazioni non sono però bastate a tranquillizzare il personale ospedaliero che ha fatto scattare l’allerta, chiedendo l’intervento di Vigili del Fuoco e artificieri.

L’allarme bomba

L’emergenza è scattata nella mattinata di sabato quando l’88enne si è rivolto al pronto soccorso dell’Hospital Sainte Musse chiedendo aiuto perché non riusciva più a estrarre dal retto il proiettile di artiglieria, una munizione da 8 pollici risalente alla Prima guerra mondiale, lungo 20 centimetri e dal diametro di 5-6 centimetri.

Mentre l’equipe chirurgica provvedeva a rimuovere l’ordigno, la direzione dell’ospedale ha disposto precauzionalmente l’evacuazione di parte della struttura sanitaria, isolando il Pronto soccorso e indirizzando i nuovi pazienti in altri ospedali di Tolone.

Le testimonianze

Non è la prima volta che il personale sanitario della struttura sanitaria del sud-est della Francia riceve pazienti con oggetti di diverso tipo incastrati nell’ano, ma non era mai capitato di trovarsi di fronte a un caso così particolare: “Una mela, un mango… Siamo abituati a trovare oggetti insoliti inseriti dove non è necessario. Ma una bomba? Mai!” ha detto un medico del Pronto soccorso al Var-Matin.

“In seguito – ha quindi riferito uno dei medici al quotidiano – abbiamo trattato il nostro paziente atipico, che nel frattempo ci aveva assicurato che l’ordigno era stato disinnescato prima dell’uso”.

L’intervento degli artificieri

Nonostante le rassicurazioni dell’anziano è stato necessario l’intervento dei Vigili del fuoco di una squadra di artificieri per valutare l’effettivo pericolo.

Appurato che il pericolo di esplosione fosse effettivamente ridotto, i medici hanno potuto procedere con l’estrazione del proiettile, rimosso attraverso l’addome con un intervento chirurgico. Un oggetto di tali dimensioni “raramente esce dove è entrato”, ha detto il chirurgo al personale.

Secondo quanto riferito da un operatore sanitario al Var-Matin, “il paziente è in buona salute”, e si starebbe rimettendo rapidamente.

vigili-del-fuoco-francia Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,