,,

Alex Schwazer, svolta nel caso doping: il Tribunale ribalta tutto

Il Tribunale ha archiviato il procedimento per doping contro Alex Schwazer: "Non ha commesso il fatto"

Alex Schwazer non ha commesso il fatto: è questa la sentenza del Gip del Tribunale di Bolzano che ha messo fine al procedimento penale a carico del marciatore altoatesino. L’indagine si riferisce al presunto caso di doping dell’atleta risalente al 2016.

La sentenza del giudice: Schwazer assolto

Il giudice, come riporta Ansa, ha accolto la richiesta del pm contestandone la tesi di “opacità” da parte di Iaaf e Wada nelle analisi che portarono alla positività e alla squalifica del marciatore, e rilancia dure accuse contro le due associazioni. Il giudice ritiene “accertato con altro grado di credibilità” che i campioni di urina nel 2016 furono alterati per far risultare l’atleta positivo.

Alex Schwazer, la vicenda di presunto doping

Dopo un controllo antidoping a sorpresa, Schwazer era risultato positivo e aveva rimediato successivamente una squalifica di 8 anni per doping, vista la recidività.

Schwazer ha sempre negato di aver fatto uso di sostanze dopanti in quel periodo, mentre nel 2012 ammise la violazione delle regole. La contestazione dell’atleta si riferiva formalmente alla validità del test. In sostanza, Schwazer si era dichiarato vittima di un complotto.

Considerate le anomalie riscontrate dal Ris di Parma, Giampietro Lago, sulle urine conservate nel laboratorio Wada di Colonia, le accuse del corridore potrebbero non essere lontane dalla realtà.

L’archiviazione del procedimento, tuttavia, non permetterà a Alex Schwazer di partecipare all’Olimpiade di Tokyo vista la squalifica fino al 2024 comminata dal Tas di Losanna. L’altoatesino, alla luce della decisione del Tribunale di Bolzano, potrebbe ora rivolgersi alla Corte Federale Svizzera, per impugnare la sentenza del Tas.

VirgilioNotizie | 18-02-2021 15:06

Alex Schwazer Fonte foto: ANSA
,,,,,,,