,,

Alan Kurdi, tentato suicidio a bordo: l'appello di Cecilia Strada

L'ex presidente di Emergency: "La vergogna europea continua: fateli scendere"

Uno dei naufraghi a bordo della nave Alan Kurdi, ancora bloccata in acque internazionali, ha tentato il suicidio la scorsa notte.

A darne notizia è stato l’account “Twitter” dell’organizzazione Sea-Eye: “La situazione a bordo della nave Alan Kurdi peggiora ogni ora. Ieri sera, uno dei nostri ospiti ha cercato di togliersi la vita. Gli altri ospiti e il nostro equipaggio lo hanno fermato. Questi umani sono sfiniti. Abbiamo bisogno di un porto sicuro. Subito”.

La notizia è stata rilanciata anche dall’ex presidente di “Emergency” Cecilia Strada, che, sempre su “Twitter”, ha scritto: “Uno dei naufraghi ha già cercato di togliersi la vita a bordo della Alan Kurdi, ancora bloccata in acque internazionali. Malta dovrebbe indicare un porto sicuro ma non lo fa, l’Italia ha ribadito il divieto di ingresso. La vergogna europea continua. #fateliscendere”.

Poco dopo le 13 italiane è arrivata la notizia che 5 dei 13 migranti sono stati evacuati per motivi medici. Lo ha confermato all’agenzia “Ansa” lo staff della Sea Eye. Quattro persone evacuate sono minorenni (tre diciassettenni e un quindicenne) e, tra di loro, c’è anche l’autore del tentativo di suicidio.

VIRGILIO NOTIZIE | 07-09-2019 13:57

Alan Kurdi, tentato suicidio a bordo: l'appello di Cecilia Strada Fonte foto: Ansa
,,,,,,,