,,

Aiuti all'Ucraina sbloccati aggirando l'opposizione di Orban: dall'Europa 50 miliardi di euro a Kiev

Aggirato il veto di Orban: l'Unione europea è riuscita a sbloccare i fondi per l'Ucraina. Si tratta di 17 miliardi di sovvenzioni e 33 miliardi di prestiti

Pubblicato il:

Il no di Viktor Orban all’invio di aiuti all’Ucraina è stato aggirato e Kiev potrà così ricevere il nuovo pacchetto da 50 miliardi di euro per i prossimi 4 anni. Ma fra chi esulta c’è anche l’ultranazionalista ungherese.

Aiuti all’Ucraina sbloccati

La prima tranche di pagamenti verrà effettuata a marzo. Viktor Orban pretendeva di mantenere il suo potere di veto anno dopo anno. L’accordo prevede l’erogazione di 17 miliardi a titolo di sovvenzioni e di altri 33 miliardi sotto forma di prestiti.

Oltre allo stesso Orban, alla riunione ristretta che ha deciso lo sblocco degli aiuti hanno partecipato il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, il capo della Commissione europea Ursula von der Leyen, il tedesco Olaf Scholz, il francese Emmanuel Macron e la premier italiana Giorgia Meloni.

Dopo la riunione ristretta, ha avuto luogo il vertice formale fra i 27 leader dell’Unione europea.

Il pacchetto di aiuti per Kiev farà parte della revisione del bilancio comune dell’Unione europea, cosa Orban era riuscito a bloccare nella precedente riunione di dicembre che si era conclusa con un nulla di fatto.

Prevista inoltre la possibilità di poter rivedere gli aiuti fra due anni. Ma la modifica all’accordo dovrà ottenere l’unanimità dei partner europei.

Secondo recenti indiscrezioni di stampa, l’Europa avrebbe preparato una serie di ricatti economici volti ad affossare l’economia ungherese, qualora Orban avesse continuato con il suo muro contro muro.

Il commento di Zelensky

“Purtroppo l’attuazione del piano europeo per la fornitura di un milione di munizioni di artiglieria all’Ucraina è in ritardo. E anche questo è un segnale di competizione globale, nella quale l’Europa non può permettersi di perdere”.

Così ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel suo intervento al vertice dei leader Ue.

Volodymyr Zelens'kyjFonte foto: ANSA

“Ed è per questo – ha proseguito Zelensky – che oggi la vostra unità è così necessaria nella creazione del Fondo di assistenza per l’Ucraina all’interno del Fondo europeo per la pace. È il tipo di affidabilità e di sostegno a lungo termine che dobbiamo offrire per affrontare le sfide corrispondenti. Non meno di 5 miliardi di euro all’anno, per una durata di 4 anni. Una priorità chiara”.

Esulta anche Orban

“Missione compiuta. I fondi dell’Ungheria non finiranno in Ucraina e disponiamo di un meccanismo di controllo alla fine del primo e del secondo anno. La nostra posizione sulla guerra in Ucraina rimane invariata: abbiamo bisogno di un cessate il fuoco e di colloqui di pace”. Così ha affermato il premier ungherese Viktor Orban al termine del vertice.

Sbloccati gli aiuti all'Ucraina Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,