,,

Agricoltori traditi giovedì al Circo Massimo di Roma per la manifestazione nazionale, Calvani: "Saremo 20mila"

Il leader del Cra agricoltori traditi ha annunciato una prima manifestazione nazionale al Circo Massimo di Roma per giovedì 15 febbraio

Pubblicato il:

La protesta degli agricoltori non si ferma. La categoria, infatti, si dice pronta a una maxi manifestazione a Roma prevista per giovedì 15 febbraio al Circo Massimo. Lo ha annunciato Danilo Calvani, il leader del ‘Cra agricoltori traditi‘, l’altro fronte della protesta in corso da giorni tra i lavoratori del settore agricolo.

Agricoltori pronti a una “prima manifestazione”

L’annuncio della manifestazione è arrivato nella tarda mattinata di sabato 10 febbraio. Il leader del ‘Cra agricoltori traditi‘, infatti, ha comunicato luogo e data in un video pubblicato su Facebook.

“Siamo appena usciti dalla Questura di Roma”, dice Danilo Calvani spiegando di aver concordato “i metodi di una prima manifestazione” nazionale a cui, ha aggiunto, se ne aggiungeranno altre “a oltranza”.

La manifestazione si terrà giovedì 15 febbraio, a partire dalle ore 15, a Roma. Il corteo, stando a quanto si apprende, partirà dal presidio di Cecchina per poi dirigersi verso il cuore della Capitale  e arrivare al Circo Massimo con i mezzi agricoli che saranno scortati dalle forze dell’ordine.

Calvani: “Saremo almeno in 20mila”

L’obiettivo è raggiungere la più ampia partecipazione possibile. “Saremo almeno in 20mila, anzi molti di più”, ha detto Calvani all’agenzia di stampa ‘LaPresse‘ parlando anche della presenza stimata di 15-20 trattori.

Sempre nel video diffuso sui social, poi, Calvani ha lanciato un invito agli “agricoltori”, ma anche a “cittadini, commercianti e consumatori”, perché “questa è una manifestazione di tutti“, ha detto.

“Ora tocca a noi”, ha aggiunto il leader del ‘Cra agricoltori traditi‘: “Da giorni siamo sulle strade: diamo una prova di forza civile, senza violenza ovviamente”.

La risposta dopo l’incontro con il ministro Lollobrigida

Dopo l’incontro avuto ieri con il ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida, sembra che il fronte degli agricoltori si stia spaccando. Da un lato ci sarebbero quelli fiduciosi, dall’altro quelli che invece si dicono insoddisfatti.

“Abbiamo deciso di cambiare strategia: abbiamo iniziato con dei presidi lenti, quello che ci ha combinato ieri il ministro ci ha costretto a dare una risposta rapida“, ha dichiarato Calvani all’agenzia di stampa ‘LaPresse‘ parlando proprio dell’incontro con Lollobrigida.

Intanto, le istanze della categoria ieri sono arrivate sul palco di Sanremo dove Amadeus ha letto un comunicato congiunto.

“Alla fine siamo soddisfatti. Il messaggio è passato“, ha detto all’agenzia di stampa ‘Ansa‘ Fabio Pitzalis, un agricoltore di Guasila, rappresentante sardo del movimento in questi giorni a Sanremo e tra i firmatari del comunicato letto da Amadeus.

TAG:

,,,,,,,,