,,

Aggressione con coltello a Parigi urlando "Allah Akbar": morto turista tedesco e feriti, fermato l'aggressore

Un 26enne si è scagliato contro un gruppo di turisti uccidendo un uomo e ferendo due persone urlando "Allah Akbar" tra le strade di Parigi

Pubblicato il:

Quella di sabato 2 dicembre è stata l’ennesima serata di paura a Parigi, con un uomo che vicino la Tour Eiffel si è lanciato contro un gruppo di turisti con un coltello e un martello uccidendo una persona e ferendone altre due. L’aggressore, secondo quanto riferiscono i media francesi, avrebbe urlato “Allah Akbar” mentre colpiva i turisti. La vittima è un tedesco e l’aggressore, un 26enne nato in Francia ma di origini siriane, è stato fermato.

Aggressione a Parigi, morto turista

L’episodio è avvenuto poco dopo le 22 di sabato 2 dicembre 2023 in una zona centralissima di Parigi, nei pressi di Quai de Grenelle. Secondo quanto si apprende, un 26enne ha brandito coltello e martello gettandosi su un gruppo di turisti.

A essere colpito alle spalle è stato un turista tedesco, con doppia nazionalità filippina, che è stato raggiunto da fendenti fatali alla schiena. L’uomo è stato ritrovato in arresto cardiorespiratorio sul ponte Bir-Hakeim, tra il 15° e il 16° arrondissement, e purtroppo è morto poco dopo.

Secondo una fonte della polizia, l’uomo stava camminando con la moglie e il figlio quando l’aggressore gli è arrivato alle spalle e lo ha colpito.

Ferite due persone

Stando alle notizie riferite dai media francesi, altre due persone sarebbero rimaste ferite, ma non si conoscono le loro generalità.

In Avenue du President Kennedy, una seconda vittima è stata ferita alla testa. Si tratterebbe di un turista inglese.

Aggressione con coltello a Parigi urlando Fonte foto: ANSA

L’urlo “Allah Akbar”, arrestato aggressore

Ancora una volta Parigi ha paura e un sabato sera qualunque è stato sconvolto per l’aggressione avvenuta tra le strade del centro. Il 26enne, si apprende, si sarebbe lanciato sul gruppo di turisti urlando “Allah Akbar“, facendo temere il peggio.

Parigi, infatti, non è nuova ad attacchi o attentati del genere. E il 26enne autore del gesto, tra l’altro, era schedato “S”, cioè a rischio radicalizzazione. Sarebbe stato bloccato dalla polizia grazie all’uso di una pistola “taser”.  Avrebbe detto di “non poterne più dei musulmani che muoiono in Afghanistan e in Palestina”

Chi è l’aggressore

Nelle ore successive all’aggressione è emerso anche un profilo dell’aggressore. Si tratta del 26enne Armand Rajabpour-Miyandoab, nato in Francia ma di origini siriane.

Il giovane, si apprende, nel 2016 è stato fermato e condannato a quattro anni perché stava preparando un attentato alla Défense, il quartier generale degli Affari di Parigi.

attacco-parigi-grenelle Fonte foto: Getty Images
,,,,,,,,