,,

Aggredita dai cinghiali a Roma mentre passeggiava con il suo cane: ennesimo caso in zone centrali della città

Ancora aggressioni da parte di ungulati nel cuore della città, con l'emergenza cinghiali che non accenna a finire e i residenti sempre più spaventati

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Cambiano le amministrazioni capitoline, ma a Roma continua a esserci una vera e propria emergenza cinghiali, anche in zone non periferiche. Una donna di 44 anni è stata assalita da un gruppo di animali domenica 1° maggio, in tarda serata, mentre stava portando a spasso il cane.

Aggredita dai cinghiali a Roma in zona Balduina: la ricostruzione

Erano almeno otto. Tra questi quattro erano belli grossi. Mi hanno scaraventato a terra“, ha riferito al numero unico per le emergenze, come riporta Roma Today.

La donna, residente a ridosso di via Medaglie d’Oro, è stata aggredita dai cinghiali all’altezza di via Anneo Lucano, nella zona di Balduina.

Nonostante la paura, la donna è riuscita a rialzarsi e fuggire, prendendo in braccio il proprio cane e rifugiandosi all’interno dell’androne di un palazzo. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione di Medaglie d’Oro, ma nel mentre gli ungulati si erano già dati alla macchia.

Molte aggressioni di cinghiali nelle aree verdi di Roma Nord

Da anni Roma è invasa dai cinghiali, come mostrano le tante segnalazioni, le foto e i video pubblicati sui social network. Gli animali, sebbene abituati alla presenza dell’uomo, non di rado aggrediscono le persone.

Solo il mese scorso sono stati segnalati dalla stampa locale diversi episodi nella stessa zona dell’aggressione del 1° maggio, tra le strade che dividono le grandi aree verdi dei quartieri circostanti.

Nella zona si trovano infatti il parco regionale urbano del Pineto, la riserva naturale di Monte Mario e il parco di Monte Ciocci. Non troppo distante c’è anche la riserva naturale dell’Insugherata.

Ad aprile avevano fatto notizia gli assalti da parte dei cinghiali ai danni di residenti, con furti delle buste della spesa e aggressioni agli animali domestici.

Cosa fare davanti a un cinghiale ed evitare di essere aggrediti

La reazione dei cinghiali davanti alla vista degli esseri umani è in genere quella di scappare, ma nei contesti urbani gli animali si abituano facilmente alla presenza dell’uomo.

Due cinghialiFonte foto: ANSA
Due cinghiali per le strade di una città.

In genere i branchi sono molto rumorosi, e si muovono al tramonto o durante la notte. Se si incontra un gruppo di ungulati bisogna mantenere la calma e valutare attentamente il da farsi.

I cinghiali sono molto veloci, ed è impossibile seminarli correndo. Meglio fare rumore, cercando di spaventare l’animale, rifugiarsi dentro edifici o arrampicarsi.

Attenzione poi ai cani. Meglio sempre evitare incontri ravvicinati, in particolare con molossi e cani di grossa taglia, che il cinghiale percepisce come predatori e, se impaurito e impossibilitato alla fuga, potrebbe decidere di attaccare con violenza, e con esiti anche fatali per l’animale domestico.

TAG:

roma Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,