,,

Addio a Gigi Proietti, il commosso ricordo sui social: le dediche

Da colleghi attori ai politici, il commosso ricordo sui social dopo la morte di Gigi Proietti

La scomparsa di Gigi Proietti ha suscitato la commozione non solo dei tanti fan dell’attore ma anche di attori e personaggi famosi. Dai colleghi di cinema e teatro fino a illustri politici, ecco i messaggi di cordoglio pubblicati sui social network nel giorno della morte di Gigi Proietti.

“Ciao Maestro e amico. RIP”, ha scritto sui social l’attore Alessandro Gassmann, postando una foto che lo ritrae in montagna accanto a Proietti.

“Caro Gigi, mentre noi qui piangiamo la tua assenza tu da lassù con la tua ironia ci guardi con tenerezza. Che Dio ti accolga. Un abbraccio a Sagitta, Carlotta e Susanna”, ha scritto Raffaella Carrà su Twitter.

“Non poteva esserci risveglio peggiore”, ha detto Rita Pavone. “Oggi, nel giorno stesso del suo 80esimo compleanno, ci ha lasciato per sempre Gigi Proietti”.

“Senza parole… Questa volta l’inchino a Gigi Proietti lo facciamo tutti noi”, ha dichiarato Fabio Fazio.

Questo l’omaggio di Cesare Cremonini: “Grazie, grande #GigiProietti. Ogni donna e uomo dello spettacolo ti deve molto. Oltre il teatro, il tuo regno. Faro per i tantissimi giovani che ti amavano. Alzarsi in piedi e applaudire forte”.

“Addio Gigi. Sullo schermo eri quello che perdeva ai cavalli. Oggi, però, a perderti e a perdere siamo tutti noi”. Sono le parole di addio di Enrico Vanzina al grande attore.

Un commosso addio quello che arriva da Steno Vanzina che, con il fratello Carlo, lo ha diretto in film come “Febbre da cavallo”: “Non ho parole. Con Gigi se ne va un gigante dello spettacolo italiano. Gli volevo davvero molto bene, era un amico vero. E adesso vglio dire di Gigi una cosa che non gli ho mai detto. Ho lavorato con tantissimi attori, e i due più bravi che ho mai incontrato sono stati Gianmaria Volontè e Gigi Proietti. Lui era e resterà uno di famiglia”.

Loretta Goggi lo ha salutato  così: “Dal pestifero Titti all’indomabile Gatto Silvestro, grazie per il generoso talento di cui ci hai inondato. Se, come hai detto una volta, io sono uno Stradivari, tu sei Paganini stesso. Ciao Gigi, grazie!”.

Per quanto riguarda il mondo della politica, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha dichiarato: “È con grande dolore che ho appreso la notizia della scomparsa, nel giorno dell’ottantesimo compleanno, di Gigi Proietti (…). Alla grande cultura, alla capacità espressiva eccezionale, frutto di un intenso lavoro su se stesso, univa una simpatia travolgente e una bonomìa naturale, che ne avevano fatto il beniamino del pubblico di ogni età. Desidero ricordarlo anche come intellettuale lucido e appassionato, sempre attento e sensibile alle istanze delle fasce più deboli e al rinnovamento della società”.

“Con Gigi Proietti non se ne va solo uno dei volti più amati dal pubblico, ma anche uno straordinario protagonista della nostra cultura. Proprio nel giorno del suo compleanno ci lascia un genio dello spettacolo che ha saputo divertire e commuovere milioni di italiani. La sua scomparsa addolora tutto il Paese”, ha scritto su Facebook il premier Giuseppe Conte.

Matteo Renzi ha twittato: “Andarsene nel giorno dei suoi 80 anni è l’ultimo colpo di teatro di un artista straordinario: addio a Gigi #Proietti”. E Paolo Gentiloni: “#GigiProietti se n’è andato proprio oggi, giorno dei suoi 80 anni. Un maestro per il teatro italiano, un re di Roma”.

“Con Gigi Proietti scompare un grande protagonista della commedia italiana, un uomo di cinema e di teatro che ha vissuto intensamente la sua arte, apprezzato da milioni di italiani” ha detto il ministro per i Beni e le attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini.

“La morte di Gigi Proietti ci addolora profondamente e scuote un intero Paese, già profondamente colpito”. Lo ha scritto Luigi Di Maio su Facebook. “Un’icona del mondo dello spettacolo, un meraviglioso simbolo della nostra Italia. Lui, che riusciva persino a insospettirsi di fronte a chi non sapesse ridere, era innanzitutto una persona perbene. Un forte abbraccio alla sua famiglia e ai suoi cari. Oggi a piangere è tutto il Paese. Ciao Gigi, ci mancherai”.

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha commentato così: “Con la fine terrena di Gigi Proietti, nato e morto il 2 novembre, unico anche in questo, se ne va un pezzo della genialità della cultura italiana, del teatro in particolare. Gigi era davvero un talento immenso, capace di unire, in un sorriso speciale, il nostro Paese”.

L’Arma dei Carabinieri ha voluto ricordare così Proietti: “Ha saputo farci sorridere con tanti personaggi e mille sguardi, espressioni, barzellette. Noi vogliamo continuare a ricordarti così, con volto del Maresciallo Rocca, che hai interpretato con umanità, passione e la giusta dose di ironia”.

“Addio al maestro Gigi Proietti. Non solo un grande attore ma anche un insegnante generoso. Tanti giovani sono cresciuti grazie a lui e oggi ne portano avanti l’eredità”. Lo ha scritto su Twitter la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

VIRGILIO NOTIZIE | 02-11-2020 08:52

Addio a Gigi Proietti, la foto sul Campidoglio: "Ci mancherai" Fonte foto: Ansa
Addio a Gigi Proietti, la foto sul Campidoglio: "Ci mancherai"
,,,,,,,