,,

Addio al musicista Giorgio Zito morto a 74 anni: era il fratello minore di Eugenio ed Edoardo Bennato

Giorgio Zito Bennato, fratello di Eugenio ed Edoardo Bennato, è morto a 74 anni. Gli inizi nel Trio, poi la carriera con altre band e da solista

Pubblicato il:

È morto a 74 anni Giorgio Bennato, noto musicista napoletano e fratello minore dei celebri cantautori Eugenio ed Edoardo Bennato. Sebbene per la sua carriera avesse scelto il nome di Giorgio Zito, utilizzando il cognome della madre, Giorgio ha contribuito sin da giovane al Trio Bennato, suonando diversi strumenti musicali e poi trovando la sua strada specifica come tecnico del suono. Nella sua carriera, anche esperienze da solista e in altre formazioni (come il gruppo rock Diesel) con una partecipazione al Festival di Sanremo 1980.

Chi era Giorgio Zito: morto il fratello minore del Trio Bennato

A differenza dei suoi fratelli, Edoardo ed Eugenio, divenuti celebri con il cognome del padre (al secolo Carlo Bennato), Giorgio scelse un percorso diverso, presentandosi nel panorama musicale italiano con il cognome Zito, quello della madre Adele.

A dare la notizia della morte di Giorgio Zito è stato il fratello Eugenio Bennato, attraverso un post molto sentito sul social network Facebook.

“Addio Giorgio, il più piccolo di noi tre, il più saggio di noi tre” ha scritto il fratello Eugenio, corredando il messaggio con alcune foto che lo ritraggono in vari contesti, come quello di una partita di calcio.

La carriera di Giorgio Zito Bennato

Come è noto, Giorgio è stato parte integrante, da giovanissimo, del Trio Bennato insieme ai fratelli Eugenio ed Edoardo. Il suo ruolo era quello di musicista, talvolta alle percussioni così come al banjo.

Durante la sua maturazione artistica, Giorgio Zito si andò sempre più specializzando come tecnico del suono, continuando a lavorare con i propri fratelli una volta esauritasi l’esperienza del Trio. In particolare, Giorgio ha partecipato ai live di Edoardo Bennato, mettendo la propria firma su alcuni brani anche iconici, come la canzone “Cantautore”.

Le esperienze lontano dai fratelli

Fra le altre esperienze di Giorgio Zito la formazione del complesso rock Diesel, nel quale aveva il ruolo di chitarrista. In seguito, tentò anche il percorso da solista, in cui decise definitivamente di presentarsi come Giorgio Zito, al fine di distanziarsi idealmente dal lavoro dei fratelli, ormai divenuti molto famosi.

Degna di nota la sua partecipazione al Festival di Sanremo del 1980, presentandosi con la canzone “Ma vai, vai!”. In seguito, uscì con due 33 giri e un 45 giri, editi da Polydor. Negli anni più recenti, Zito tornò alla ribalta insieme ai Demonilla, formazione rock partenopea, figurando negli album “Evoluzione” del 2007 e “In attesa di giudizio” del 2015.

Giorgio Zito ha avuto in parallelo anche una carriera imprenditoriale, sempre nel settore musicale: a lui si attribuisce infatti la fondazione della casa discografica Cheyenne Records e di Edizioni Musicali Cinquantacinque.

giorgio zito bennato morto fratello Fonte foto: ANSA/Facebook
,,,,,,,,