,,

Addio a Antonio Inoki: chi era il wrestler e politico giapponese che sfidò Muhammad Ali, aveva 79 anni

Il wresteler e politico è morto all'età di 79 anni al termine di una lunga malattia che lo aveva costretto alla sedia a rotelle

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Il Giappone piange per la scomparsa di Antonio Inoki, celebre figura sportiva del paese nipponico e volto noto della politica degli ultimi anni. Inoki, che è stato un wrestler di successo, è deceduto all’età di 79 anni a causa di un attacco di cuore che non gli ha lasciato scampo al termine di una lunga malattia che lo aveva costretto da anni in sedia a rotelle.

Addio ad Antonio Inoki

Un duro colpo per il Giappone che perde una figura carismatica e poliedrica come Inoki. Nato a Yokohama, appena fuori Tokyo, nel 1943, Inoki è stato per anni la punta di diamante del wrestling nipponico, divenendo presto la figura di spicco di questo sport nel Sol Levante.

Il debutto arrivò nel 1960, all’età di 17 anni, e la sua carriera in patria è stata ricca di successi. Proprio il debutto nel mondo della lotta lo ha portato a cambiare nome. Infatti il vero nome di Inoki è Kanji, ma negli anni Sessanta decise di cambiarlo in Antonio per renderlo più internazionale e facilmente pronunciabile negli incontri di grande spicco.

Addio a Antonio Inoki: chi era il wrestler e politico giapponese che sfidò Muhammad Ali, aveva 79 anniFonte foto: Ansa

Inoki-Alì, la sfida che esaltò il Giappone

Nel corso della sua carriera da wrestler, Inoki ebbe anche la possibilità di sfidare un mostro sacro della lotta. Nel 1976, dopo anni di combattimenti sul ring, il giapponese sfidò infatti Muhammad Ali in uno degli eventi passati alla storia dello sport giapponese.

L’incontro tra i due finì in pareggio, con in dote una lunga scia di problemi di salute per il giapponese e una solida amicizia con il suo antagonista. Nella lunga lista di incontri sul ring doveroso ricordare quelli contro Andre The Giant, Hulk Hogan e Ric Flair.

Dal ring alla politica

Dopo aver appeso i guantoni al chiodo Inoki si è dato alla politica. Senatore dal 1989 al 1995, l’ex wrestler si è fatto anche portavoce dei negoziati di pace con la Corea del Nord. Nel corso della sua carriera politica, infatti, Inoki si è recato diverse volte a Pyongyang nel tentativo di contribuire a risolvere la questione dei rapimenti di cittadini giapponesi durante la Guerra Fredda.

A causa di questa sua “missione” subì anche la sospensione di un mese dal governo nipponico per essersi recato in Corea senza l’autorizzazione parlamentare.

inoki Fonte foto: Ansa
,,,,,,,,