,,

Accusato di perseguitare la ex con appostamenti a Gorgonzola, le avrebbe anche bruciato l'auto: arrestato

Arrestato un presunto stalker a Gorgonzola: l'uomo avrebbe incendiato l'auto della ex, insieme ad altre vetture. Il rogo sarebbe giunto al culmine di settimane di appostamenti e minacce

Pubblicato il:

Molestie, intimidazioni, appostamenti sotto casa e un’auto incendiata: a Gorgonzola un uomo di 41 anni avrebbe tormentato la ex compagna con una serie di atti persecutori. L’arrestato è considerato pericoloso e per questo il gip del tribunale di Milano ha emesso nei suo confronti una misura cautelare.

Presunto stalker arrestato a Gorgonzola

Il 41enne è stato arrestato lunedì 11 dicembre. A indagare su di lui i carabinieri di Gorgonzola e il nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Pioltello.

Le indagini sono scattate a novembre quando l’ex fidanzata ha denunciato l’inizio della persecuzione.

Una mappa che mostra la posizione di GorgonzolaFonte foto: Tuttocittà.it
Gorgonzola è un comune di oltre 21mila abitanti della città metropolitana di Milano.

Il culmine è stato raggiunto giorno 20 novembre con quattro automobili in fiamme davanti casa della donna. Tra le auto bruciate, anche quella della presunta vittima.

Le autorità stanno indagando per verificare la presenza di un eventuale complice.

Altri casi di stalking in Lombardia

Oltre al caso di Gorgonzola si sono recentemente registrati altri casi di stalking in Lombardia.

Nella notte fra il 4 e il 5 dicembre un 35enne belga è stato fermato dopo un raid a casa di una studentessa russa di 20 anni.

Lo scorso settembre i due avevano avevano avuto una frequentazione durata appena pochi giorni.

La notte di follia sarebbe arrivata al culmine di una serie di atti persecutori a base di messaggi, foto e minacce.

A metà novembre un 33enne romano residente a Milano ha fatto un rapido giro di telefonate ad alcune ferramenta per cercare dell’acido.

L’uomo non sapeva di essere intercettato dai carabinieri. I militari hanno immediatamente sospettato che il 33enne intendesse utilizzare l’acido contro la sua ex, da tempo vessata con una serie di atti persecutori.

La ragazza, infine, aveva deciso di scappare da Milano per rifugiarsi a casa dei genitori. Per il romano sono scattate le manette.

Primo braccialetto elettronico d’urgenza

Ed è di mercoledì 13 dicembre la notizia dell’applicazione del primo braccialetto elettronico d’urgenza.

Lo strumento è stato applicato a un 30enne italiano residente vicino Monza, già condannato per stalking.

La proposta è partita dal questore di Monza e ha visto il via libera del presidente della sezione autonoma misure di prevenzione di Milano.

Auto della ex incendiata a Gorgonzola Fonte foto: iStock - ChiccoDodiFC

Hai bisogno di etichette personalizzate?

,,,,,,,,