,,

Denunciati 223 utenti delle tv pirata: è la prima volta in Italia

Finora non erano mai stati denunciati direttamente gli utenti dei servizi di pay tv illegali

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Sono state denunciate 223 persone per aver utilizzato abbonamenti pirata alle pay tv, per guardare illegalmente serie, film e partite. Sono considerati responsabili del reato di ricettazione. È la prima volta che succede in Italia. Ne dà notizia l’Ansa.

L’attuale legge sul diritto d’autore prevede il sequestro degli strumenti utilizzati. Agli indagati il Nucleo speciale beni e servizi potrebbe dunque confiscare televisore, computer o smartphone. I 223 ‘pirati’ rischiano inoltre fino a 8 anni di reclusione e una multa di 25mila euro.

L’indagine della Guardia di Finanza, riporta l’Ansa, dura da alcuni mesi ed è ancora in corso. Gli investigatori hanno individuato una complessa rete di ‘rivenditori’ di abbonamenti illegali e centinaia di clienti. Le Fiamme Gialle puntano a individuare la centrale di trasmissione del segnale pirata.

La modalità utilizzata dai ‘pirati’ per diffondere il segnale criptato di Dazn, Sky e Mediaset Premium è quella dell’Iptv, Internet protocol television. Acquisendo il segnale delle tv a pagamento, lo ritrasmettono in streaming su smart tv, tablet, pc e smartphone previo l’acquisto di un abbonamento.

Come sottolinea l’Ansa, i clienti di questi servizi illegali potrebbero aver condiviso con le realtà criminali i propri dati personali, inclusi gli estremi anagrafici e bancari.

Lo scorso settembre la Guardia di Finanza, in una maxi operazione internazionale, aveva oscurato le Iptv illegali per 700mila utenti. Si stima che in Italia siano 5 milioni gli utenti che guardando la pay tv illecitamente, per un giro di affari di circa 60 milioni di euro.

iptv-abbonamenti-pirata Fonte foto: Ansa
,,,,,,,,