,,

A Brindisi arrivano le gattofioriere: una novità per i gatti

Si chiamano gattofioriere e servono a coniugare arredo urbano e ordine nel cibo per i gatti: ecco di cosa si tratta.

Si chiamano Gattofioriere e sono una novità assoluta introdotta quest’estate dal Comune di Brindisi.

La loro valenza – come dice il nome stesso – è duplice: da un lato contribuiscono all’arredo urbano con il loro design in legno, dall’altro hanno lo scopo di fornire cibo ai gatti della città. Non a caso, le prime due gattofioriere sono state piazzate in viale della Libertà – nei pressi del Castello Svevo – e sotto le mura in piazzetta Giacomo Alberioni: due punti frequentati da colonie feline già note al Comune, perché censite regolarmente con tanto di microchip e seguite dagli aderenti al progetto del 2016 I felini di Puglia.

“Le mangiatoie – si legge sulla pagina Facebook ufficiale del Comune di Brindisi – sono state donate al comune come arredo urbano con la valenza di contenitore di cibo per gatti, dal progetto pilota I felini di Puglia, patrocinato dall’Ente Nazionale Protezione Animali, sede centrale, e concordato con la Regione Puglia. Le gattofioriere in legno sono state realizzate dai ragazzi della Comunità Emmanuel di Villa Castelli con le donazioni raccolte tramite un’operazione di crowdfunding organizzata dal gruppo operativo I felini di Brindisi”.

“I piattini con il cibo posti per strada creano disagi di carattere igienico-sanitario e problemi di decoro urbano. – spiega il Comune – Le mangiatoie sono state pensate per dare ristoro ai nostri amici a quattro zampe, senza dimenticare il rispetto dell’ambiente circostante. L’auspicio è di garantire il decoro urbano dei punti di alimentazione e nel contempo sensibilizzare la cittadinanza al rispetto e salvaguardia dei felini ivi presenti”.

VIRGILIO NOTIZIE | 05-08-2019 10:30

Gattofioriere Fonte foto: Comune di Brindisi
,,,,,,,