,,

25 aprile, dirigente del Miur "dimentica" il fascismo: polemica

Marco Ugo Filisetti di nuovo nell'occhio del ciclone: il dirigente del Miur ha scritto una lettera agli studenti in cui non condanna il fascismo

Marco Ugo Filisetti di nuovo nella bufera. Il direttore dell’Ufficio scolastico regionale delle Marche è finito al centro di una polemica sui social dopo aver scritto una lettera agli studenti marchigiani. Non è la prima volta: se il 4 novembre 2020 ha citato un discorso di Benito Mussolini, questa volta ha parlato del 25 aprile senza citare il fascismo e invitando a ricordare “i morti della guerra senza distinzioni di parte”, dunque equiparando le vittime del nazifascismo a quelle della Resistenza.

25 aprile, dirigente del Miur “dimentica” il fascismo: polemica

Il 4 novembre 2020, giornata delle Forze Armate, Marco Ugo Filisetti aveva riportato un discorso di Benito Mussolini nella lettera inviata agli studenti marchigiani. Era immediatamente partita un’indagine del Ministero dell’Istruzione, Filisetti aveva negato ogni intento ‘nostalgico’.

A distanza di sei mesi, la data simbolo del 25 aprile ha spinto il direttore a scrivere una nuova lettera ai ragazzi, scatenando l’ennesima polemica.

Senza mai citare la parola ‘fascismo’, Filisetti ha ricordato che “la Seconda Guerra Mondiale causò tra gli italiani oltre 300 mila Caduti militari e 15 0mila civili: a tutti loro, unitamente ai caduti di tutte le altre Nazioni, va il nostro commosso e reverente ricordo, senza distinzioni di parte“.

In sostanza, un’equiparazione tra chi è stato ucciso dai nazifascisti e chi è stato ucciso da chi si è battuto per la Liberazione dell’Italia: la Resistenza.

Ha fatto discutere anche il passaggio finale sulla Costituzione, che “resterà opera vana se tutti insieme, comunque la si pensi, non riusciremo a dare un’anima, una passione alla nostra Comunità nazionale”.

25 aprile, dirigente del Miur “dimentica” il fascismo: le reazioni

Decisamente netta la presa di posizione di Nicola Fratoianni, leader di Sinistra Italiana: “Già a novembre questo signor doveva essere allontanato. Chiedo ufficialmente al ministro Bianchi di intervenire immediatamente. Noi presenteremo un’altra interrogazione parlamentare”

Il Miur invece ha fatto sapere che richiederà un chiarimento all’ufficio scolastico regionale.

Chi è Marco Ugo Filisetti: dal Movimento sociale italiano alla Lega

Ma qual è il passato di Marco Ugo Filisetti? È stato sindaco di un paese in provincia di Bergamo, Gorle. Prima seguace del Movimento sociale italiano, poi passato in quota Lega: è stato inquisito per abuso di ufficio dopo aver negato un alloggio comunale a una disabile in grave emergenza e poi è stato nominato direttore generale per i contratti degli acquisti e del sistema informativo del Miur.

Infine, la nomina a direttore dell’Ufficio scolastico nelle Marche.

VirgilioNotizie | 24-04-2021 09:09

filisetti Fonte foto: Screenshot lettera Filisetti
,,,,,,,