,,

16enni investite, il racconto di un testimone

L'uomo, che ha assistito all'incidente, racconta di aver visto il Suv di Genovese tentare di frenare per evitare l'impatto con le giovani

Il gip di Roma Bernadette Nicotra ha disposto l’arresto di Pietro Genovese, il giovane che nella notte tra sabato e domenica scorsa ha investito ed ucciso Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli. A poche ore di distanza dall’arresto del 20enne, un testimone ha ricostruito quanto accaduto la notte tra il 21 ed il 22 dicembre a Corso Francia, a pochi passi da Ponte Milvio.

“Ero alla guida della mia autovettura, stavo procedendo su Corso Francia in direzione fuori città. Il semaforo veicolare di corso Francia era appena diventato verde per entrambe le carreggiate, pertanto l’impianto pedonale era diventato rosso da pochissimi istanti” ha ricordato il testimone, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera.

Di lì a poco l’impatto fatale per Gaia e Camilla: “Ho visto alla mia sinistra due ragazze giovani che procedevano di corsa sulle strisce cercando di attraversare la carreggiata opposta rispetto a quella dove stavo procedendo. Una piccola vettura di colore scuro, credo una smart, era ferma non so se fosse posteggiata o se si fosse arrestata per agevolare il transito dei due pedoni”.

“Una ragazza più alta era davanti e poco dietro vi era un’altra ragazza un po’ più minuta” ha ricordato, descrivendo nel dettaglio le due giovani.

Poi il racconto dell’impatto col Suv di Pietro Genovese: “Nello stesso momento mi sono accorto del sopraggiungere sulla corsia centrale di corso Francia, direzione centro città, di un’autovettura di grosse dimensioni, un Suv di colore chiaro. L’auto procedeva ad un’andatura esageratamente sostenuta, credo che il conducente abbia tentato di frenare nel momento in cui ha percepito la presenza dei pedoni in quanto la parte anteriore si è lievemente inclinata in basso, malgrado ciò l’impatto è stato inevitabile e violentissimo”.

16enni investite, il gesto dei compagni di classe

Intanto oggi è previsto l’ultimo saluto alle due ragazze alla parrocchia del Preziosissimo Sangue in via Flaminia Vecchia a Roma. Nelle ultime ore un fiume di persone ha reso omaggio alle due giovani decedute, tra gli altri anche tanti compagni di classe che da giorni frequentano assiduamente il luogo dell’incidente portando peluche e fiori.

Benedetta, Isabella, Alessandro, Edoardo, amici e compagni di classe di Gaia e Camilla, secondo quanto riportato dal Corriere, hanno deciso di passare tutti insieme l’ultimo dell’anno: “Perché questo più che mai è il momento di restare uniti, di non perdersi”.

Al rientro a scuola, dopo la Befana, i ragazzi della terza C del linguistico De Sanctis verranno seguiti da psicologici per affrontare la morte delle due compagne di classe.

VIRGILIO NOTIZIE | 27-12-2019 09:07

Roma, 16enni investite in Corso Francia: il luogo dell'incidente
Roma, 16enni investite in Corso Francia: il luogo dell'incidente
,,,,,,,