,,

12enne incappucciata e sequestrata nel Salernitano: un giallo dai contorni agghiaccianti e misteriosi

12enne incappucciata e sequestrata da due persone in provincia di Salerno: un caso dai contorni misteriosi e agghiaccianti

Pubblicato il:

Una storia agghiacciante quella narrata dal quotidiano “la Città” che ha raccontato che lunedì 8 gennaio, nella Piana del Sele, in provincia di Salerno, una ragazzina di 12 anni è stata prima avvicinata nei pressi della scuola media che frequenta, poi incappucciata e sequestrata da due persone.

Queste l’hanno poi fatta salire su un’auto, portandola in un luogo appartato per poi abbandonarla dopo diverse ore sul ciglio di una strada isolata vicino al cimitero degli inglesi a Montecorvino Pugliano, lontano da casa sua.

12enne sequestrata e incappucciata: la madre la recupera e la porta in ospedale

Sarebbe stata la madre a recuperare la figlia poi portata in ospedale dove i medici hanno escluso una recente violenza sessuale, ma hanno evidenziato quelli di una possibile violenza pregressa.

La Procura ha aperto un fascicolo di inchiesta sul caso. Gli investigatori avrebbero già individuato una delle due persone che hanno sequestrato la 12enne.

Sul caso c’è il massimo riserbo in quanto si tratta di un episodio delicatissimo e che soprattutto coinvolge una minore. Inoltre è assai ingarbugliato e zeppo di nodi da sciogliere.

Il precedente

A rendere il quadro ancor più agghiacciante è il fatto che il sequestro di lunedì non è stato il primo. C’è infatti un precedente.

Nel maggio dello scorso anno, la medesima ragazzina è sempre stata vittima di un episodio simile. Fu infatti sequestrata e poi lasciata in un posto isolato. In quel frangente fu il nonno a recuperarla.

Già in quella occasione i familiari della giovane vittima procedettero con una denuncia. Fu fermato un sospetto che ora si trova in carcere dove sconta una pena per furto. Il che rende impossibile ricollegarlo all’ultimo episodio.

La vicenda, come poc’anzi accennato, è ingarbugliatissima e ha contorni tanto misteriosi quanto agghiaccianti.

L’intervento del sindaco di Bellizzi

Mimmo Volpe, sindaco di Bellizzi, comune dell’area della piana, ha sottolineato che non c’è nessun coinvolgimento della scuola media comunale. “Resta comunque un fatto grave e inammissibile – ha rimarcato il primo cittadino – Siamo vicini alla famiglia della piccola. Auspichiamo una rapida individuazione di questi irresponsabili e vergognosi individui”.

polizia-sequestro-12enne-salerno Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,