Sulle presidenziali torna l'incubo terrorismo

Due arresti a Marsiglia, ritrovate armi e materiale per esplosivi

Parigi 18 apr. (askanews) – Due uomini sono stati arrestati a Marsiglia, a cinque giorni dal primo turno delle presidenziali, con l’accusa di aver voluto pianificare un attentato terroristico ritenuto “imminente” dagli inquirenti: lo hanno reso noto fonti della magistratura francese. La minaccia era sta presa al tal punto sul serio dagli inquirenti che le foto dei sospetti arrestati oggi erano state distribuite a chi coordina la sicurezza di diversi dei candidati presidenziali già dalla settimana scorsa.

I due presunti terroristi sono stati arrestati dai servizi segreti interni francesi ed erano “sospettati di un passaggio all’atto imminente”; i sospetti, già “noti per la loro radicalizzazione”, avevano dei precedenti per dei reati non legati al terrorismo. Nel corso delle perquisizioni effettuate a Marsiglia in seguito all’arresto di due presunti terroristi sono stati ritrovate armi “portatili” e “lunghe” e materiale atto alla fabbricazione di esplosivi.

Secondo quanto dichiarato in conferenza stampa dal ministro degli Interni francese, Matthias Fekl, i due presunti terroristi avrebbero portato a termine un attentato “nei prossimi giorni”; le indagini, “grazie alle perquisizioni ancora in corso, hanno apportato degli elementi in grado di materializzare questo progetto di attentato terroristico” aveva proseguito il ministro senza precisare quali fossero gli eventuali obiettivi dei due, un 23enne e un 29enne di nazionalità francese le cui generalità non sono state rese note.

Secondo quanto reso noto dalla rete televisiva francese Bfmtv i due presunti terroristi arrestati questa mattina a Marsiglia si ispiravano allo Stato Islamico (Isis). Un fotomontaggio, con sullo sfondo una bandiera dell’Isis, mostrerebbe uno dei sospetti con in mano la prima pagina di Le Monde su cui figurava una foto del candidato conservatore alle presidenziali, François Fillon; tuttavia, secondo le fonti nessun candidato in particolare sarebbe stato fra gli obiettivi dei terroristi.

Diversi candidati alle presidenziali francesi – riferiscono Marine Le Pen e uomini dell’ entourage di Macron – erano stati però avvertiti giovedì scorso su una possibile minaccia di attentato. Foto di alcuni sospetti erano state consegnate dalle forze dell’ordine ai servizi che curano la sicurezza dei candidati.

Nel dettaglio si tratta delle foto dei due uomini sospettati di preparare un attentato terroristico arrestati oggi. “Le foto sono state comunicate al mio servizio di sicurezza giovedì scorso” ha detto all’Afp Marine Le Pen. La notizia è stata confermata anche dall’equipe che coordina la campagna elettorale di Macron.

ASKANEWS | 18-04-2017 15:15

TAG: