Resta garve la bambina ricoverata a Milano per meningite

Profilassi avviata

Milano, 17 feb. (askanews) – Resta in condizioni gravi la bambina di 7 mesi di origini romene ricoverata al Buzzi di Milano per meningite da meningococco. A dirlo il direttore della clinica pediatrica milanese, Gian Vincenzo Zuccotti. “La bambina è sempre in condizioni gravi ma diciamo che è stazionaria – ha spiegato al telefono ad askanews – ma man mano che passano i giorni e ci si allontana dal fulcro dell’episodio siamo via via più ottimisti”.

“La prognosi resta comunque riservata – ha aggiunto – perchè le condizioni sono ancora gravi. E’ ovvio che quando si iniziano a superare le 48 ore però si può iniziare a essere un po più ottimisti”. Resta ancora da accertare il ceppo della meningite: “Starera o al più tardi domani lo sapremo” ha precisato Zuccotti.

Quanto invece alla vaccinazione il professore ha ricordato che quella per il meningococco C è prevista per i bambini tra i 12 e i 13 mesi mentre per quanto riguarda il meningococco B da ques’anno è possibile farla dai 3 mesi per i bambini nati nel 2017. Intanto per i familiari o le persone che sono venuti in contatto con la piccola è stata predisposta la profilassi antibiotica.

ASKANEWS | 17-02-2017 12:04

TAG: