Paura per un pugile donna a Chieti, in coma dopo il match

Maria Francesca Moro si è accasciata dopo aver vinto

Roma, 19 mar. (askanews) – Paura per Maria Francesca Moro (fotografia da sito internet de Il Centro). La pugilessa mestrina è ricoverata in prognosi riservata dopo essersi accasciata al termine del suo match della categoria dei 57 kg al torneo nazionale femminile Elite II di Chieti. Vincitrice ai punti, la Moro non appena reso noto il verdetto, si è portata la mano alla testa e poi a fatica, barcollando, aveva salutato l’angolo rivale per uscire dal ring. A quel punto è stata portata fuori a braccia. Veneziana in forza alla Boxing Mestre, studentessa universitaria a Padova, è stata immediatamente soccorsa prima dai medici sul posto e poi dal 118. Nella notte è stata operata all’ospedale di Pescara. I medici, come riporta l’edizione online de Il Centro, dopo la tac eseguita in urgenza, le hanno diagnosticato un’importante emorragia cerebrale ed è entrata in coma. Non si sa, al momento, se l’emorragia sia stata causata da una patologia congenita pre-esistente, o se invece possa trattarsi di uno sfortunato incidente legato al tipo di attività sportiva svolta. Nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Pescara è stato drenato un ematoma subdurale acuto. La ragazza sarà successivamente ricoverata nel reparto di rianimazione. La Moro, che prima di salire sul quadrato di Chieti vantava un record di 5 vittorie, sette sconfitte (l’ultima il 10 febbraio scorso) e due pari, affrontava la campana Clara Pucciarelli, 23 anni, tesserata per le Fiamme Oro, con un record molto simile: 8 vittorie, 7 sconfitte e un pari. La giovane atleta era reduce da un match, contro Chiara Pucciarelli, categoria 57 chili, un’altra delle 122 atlete che hanno partecipato alla manifestazione.

L’incontro non era finito bene, visto che era stata sconfitta nettamente dalla sua avversaria. Sembra anche che avesse accusato alcuni mancamenti, dai quali sembrava essersi ripresa in fretta.

ASKANEWS | 19-03-2017 11:24

TAG: