Papa: Dio è un sognatore che sogna la trasformazione del mondo

Udienza generale in piazza San Pietro

Città del Vaticano, 17 mag. (askanews) – “Gesù non è uno che si adatta al mondo, tollerando che in esso perdurino la morte, la tristezza, l’odio, la distruzione morale delle persone…”. Lo ha detto il Papa all’udienza generale in piazza San Pietro. “Il nostro Dio non è inerte, il nostro Dio, mi permetto una parola, è un sognatore, sogna la trasformazione del mondo, e l’ha realizzata nel mistero della Risurrezione. Maria vorrebbe abbracciare il suo Signore, ma Lui è ormai orientato al Padre celeste, mentre lei è inviata a portare l’annuncio ai fratelli. E così quella donna, che prima di incontrare Gesù era in balìa del maligno, ora è diventata apostola della nuova e più grande speranza. La sua intercessione ci aiuti a vivere anche noi questa esperienza: nell’ora del pianto e dell’abbandono, ascoltare Gesù Risorto che ci chiama per nome, e col cuore pieno di gioia andare ad annunciare: ‘Ho visto il Signore!’. Ho cambiato vita perché ho visto il Signore, adesso sono diverso da prima, sono un’altra persona, perché ho visto il Signore, questa è la nostra forza e questa è la nostra speranza”.

ASKANEWS | 17-05-2017 10:24

TAG: