Dopo il voto Gb quale scenario per la Brexit?

I negoziati destinati a partire nell'incertezza

Parigi, 9 giu. (askanews) – La premier britannica Theresa May ha perso la sua scommessa, secondo il commissario Ue all’Economia, Pierre Moscovici. “La signora May, che avrebbe dovuto emergere rafforzata dal voto, ha perso la sua scommessa e quindi si trova adesso in una situazione più confusa di prima, perché la verità è che stamattina non sappiamo davvero chi governerà”, ha detto Moscovici alla radio Europe 1.

Un governo britannico debole rischia di portare a trattative sulla Brexit “difficili” per entrambe le parti, secondo il giudizio del commissario europeo al Bilancio, il tedesco Guenther Oettinger. “Abbiamo bisogno di un governo capace di decidere, che possa negoziare l’uscita della Gran Bretagna”, ha detto Oettinger alla radio tedesca Deutschlandfunk. “COn un partner debole al tavolo dei negoziati, vi è il rischio che le trattative siano difficili per entrambe le parti”.

Il premier francese Edouard Philippe ha definito “una sorpresa” l’esito del voto nel Regno Unito, ma questa non “rimette in discussione in alcun modo” la posizione dei britannici sulla Brexit. “I britannici si sono espressi, hanno votato, hanno dato una maggioranza al partito conservatore, ma si tratta di una maggioranza relativa, che costituisce per molti una sorpresa”, ha dichiarato il premier francese su Europe 1. “Ma non sono sicuro che i risultati di questo scrutinio possano essere interpretati come un ripensamento della posizione espressa in modo sovrano dai britannici sulla Brexit”, ha spiegato Philippe.

“Theresa May è arrivata prima ma non ha vinto. Per i conservatori non ci sono le condizioni per avere una maggioranza da soli, il risultato dei laburisti è superiore alle aspettative”. Lo ha detto il segretario del Pd Matteo Renzi a Ore9. “Corbyn – ha aggiunto – aprirà un dibattito nella sinistra europea: ci sarà chi dirà che il risultato dei laburisti è stato buono per l’approccio di Corbyn e altri che diranno che con un candidato più centrista i laburisti avrebbero vinto. Penso appassioni solo gli addetti ai lavori. Il punto fondamentale è che un anno dopo la Brexit i conservatori hanno perso i numeri per governare”.

TAG: