Di Maio: sto chiamando io per avere i Canadair dall'estero

"Poi faremo i nomi dei responsabili di questo disastro"

Roma, 12 lug. (askanews) – Servono Canadair dall’estero e per questo Luigi Di Maio sta chiamando le ambasciate italiane “una ad una”. Il vice-presidente della Camera scrive un post su Facebook spiegando: “Dovrebbe farlo il ministro degli esteri. Ma mi sono attaccato al telefono e sto sentendo io le ambasciate una ad una.Campania, Sicilia, Calabria, Puglia e Lazio stanno bruciando. Il parco nazionale del Vesuvio (nella mia terra) è avvolto dalle fiamme. In Italia abbiamo pochi canadair e il corpo dei vigili del fuoco è sottodimensionato. Le fiamme sono troppo alte per fermarle solo via terra”.

“Al di là delle polemiche – aggiunge – serve subito che gli altri Paesi europei ci inviino Canadair per spegnere le fiamme, così come abbiamo fatto noi con il Portogallo qualche settimana fa. Dovrebbe farlo il ministro degli esteri. Ma mi sono attaccato al telefono e sto sentendo io le ambasciate una ad una. È il momento di risolvere il problema. Poi faremo i nomi dei responsabili istituzionali di questo disastro”.

ASKANEWS | 12-07-2017 19:38

TAG: