Corsaro: non sono io antisemita, è Fiano che specula

"Volevo solo dargli della 'testa di c...'"

Roma, 13 lug. (askanews) – Massimo Corsaro, deputato di Direzione Italia con origini in An e nel Msi, prova a respingere, in una intervista al Tempo, l’accusa di antisemitismo che gli è stata rivolta dopo che, nella polemica sulla proposta di legge di Emanuele Fiano (Pd) ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un testo allusivo all’origine ebraica del parlamentare dem: “Che poi, le sopracciglia le porta così per coprire i segni della circoncisione…”.

“Non hanno saputo leggere nella mia foto – sostiene Corsaro – quel ‘rebus’ che anche un bambino di due anni saprebbe risolvere.

Curioso no? Fiano ha questa caratteristica fisiognomica di avere delle sopracciglia foltissime. Siccome pensando a lui mi è venuto l’afflato del ‘testa di…’ ho pensato di mettere la sua fotografia dicendo che ha le sopracciglia a copertura dell’intervento. Come dire ‘hai fatto un intervento, te l’hanno fatto lì perché lì non hai il cervello ma hai qualcos’altro’.

Punto. Mi sembrava talmente evidente che se lo metti in una pagina della Settimana Enigmistica con il rebus la soluzione te la trova anche un bambino. Certo, mi si può accusare di linguaggio volgare, scurrile, di essere stato non politicamente corretto nei confronti di un collega, tutto quello che si vuole.

Però di questo parliamo: se si parla del resto è chiaro che si sta cercando di buttare quell’altra materia che non nominiamo sul ventilatore per coprire la vergogna delle cose che stanno facendo”.

Non poteva “insultare” tranquillamente Fiano, senza mettere in mezzo la circoncisione e l’associazione mentale che si fa? “Un’intepretazione diversa dal ‘sei un testa di c….’ non mi è passata nemmeno lontanamente dall’anticamera del cervello.

Dopodiché se questa è una colpa, sono colpevole”, taglia corto Corsaro. L’accusa è grave: antisemitismo. “Ciò che non accetto, non solo di essere considerato colpevole per quello che in quella frase non c’è: qualsiasi forma di riferimento antisemita o antiebraico. Rispetto a questo devo dire con tristezza – dice ancora l’esponente di Ap – che rilevo come ancora una volta Fiano abbia cercato di suonare la grancassa a suo favore e speculare politicamente”.

ASKANEWS | 13-07-2017 09:24

TAG: