IN VIRGILIO
elezioni amministrative 2012

Grillo conquista Parma. Doria e Orlando facili a Genova e Palermo. "Cappotto" Lega, crac Pdl

Affluenza in picchiata: 51,38%. Pizzarotti sbanca Parma e Grillo twitta: "Dopo Stalingrado ci aspetta Berlino". Bersani: "Ora governiamo 92 comuni". Alfano si consola: "Abbiamo perso ma non siamo spariti". Lega perde tutti e 7 i ballottaggi

BALLOTTAGGI: TUTTI I RISULTATI >>

GENOVA Marco Doria è sindaco con circa il 60% dei voti. VAI AI RISULTATI >>

PARMA Colpaccio del grillino Pizzarotti. vince col 60% dei consensi VAI AI RISULTATI >>

PALERMO Plebiscito per Orlando con oltre il 70% dei voti VAI AI RISULTATI >>

ELEZIONI AMMINISTRATIVE, IL BILANCIO
Il centrosinistra vince al secondo turno in 12 città: Alessandria Como Genova Lucca Monza Piacenza Taranto Asti Belluno (con una lista civica) Isernia L’Aquila Palermo (con il "solista" Orlando). Sono in totale 15 i capoluoghi vinti dal centrosinistra tra primo e secondo turno.
Il centrodestra si aggiudica solo 3 città: Frosinone Trani Trapani. Sono in totale 5 i capoluoghi vinti dal centrodestra tra primo e secondo turno.
Al Terzo Polo vanno Cuneo e Agrigento. A Parma sfonda il Cinquestelle. Alla Lega resta soltanto la vittoria al primo turno di Flavio Tosi a Verona.

ALTISSIMA ASTENSIONE
Viminale:
l' affluenza definitiva è del 51,38% di 14 punti inferiore al primo turno.

IL TRIONFO DEI GRILLINI
Il movimento 5 Stelle di Grillo vince in 3 ballottaggi su 4. Oltre a Parma, si aggiudica Mira (Ve) e Comacchio (Fe). I grillini hanno quindi in totale 4 sindaci, compresa Sarego conquistata al primo turno.
Prima dichiarazione di Federico Pizzarotti: "Una vittoria importante che ci darà la possibilità di far vedere che le persone normali al governo sanno fare cose diverse"."Dopo Stalingrado ora ci aspetta Berlino!". Così Beppe Grillo in un tweet saluta la vittoria a Parma, che aveva definito "la nostra Stalingrado" e si proietta verso l'obiettivo delle elezioni politiche.

IL PDL A PEZZI
"Noi abbiamo pagato un dazio molto alto alla frammentazione locale e al nostro sostegno al governo", ma non si può parlare di "catastrofe" sui giornali oggi si usano per il Pdl "espressioni apocalittiche che non condivido", "tra la sconfitta e la scomparsa ce ne passa". Lo ha detto il segretario del Pdl, Angelino Alfano, a 'Mattino 5'.

IL PD CANTA VITTORIA
"Capisco il simpatico tentativo di rubarci la vittoria, ma ora governiamo 92 comuni, prima erano 45". Così il segretario Pd Bersani in conferenza stampa, che ha inoltre ribadito: "Il dato di Parma deve fare riflettere". Il risultato di Beppe Grillo a Parma, del resto, conquista la prima pagina e Bersani da tempo osserva con preoccupazione lo spazio che il comico-leader politico ormai ha conquistato sui media: il timore del leader Pd è che a tanti faccia comodo accreditare l'immagine di un crollo della politica 'tout court', in modo da preparare il terreno magari a qualche altra "scorciatoia" o "singolarità", dopo quella di Silvio Berlusconi. Solo che anche tra i dirigenti Pd circolano letture più complesse del voto di ieri, non tutte entusiastiche come quelle del segretario.

"CAPPOTTO" PER LA LEGA
La Lega ha perso 7 ballottaggi su 7 a cui partecipava con un candidato sindaco. A Meda, inoltre, la beffa: il candidato sindaco leghista ha perso per un solo voto di scarto. "Abbiamo pagato un prezzo altissimo alle vicende che hanno coinvolto la Lega dal punto di vista mediatico e giudiziario", ha ammesso in conferenza stampa nella sede della Lega Roberto Maroni, futuro possibile leader leghista, secondo il quale ha contribuito all'esito dei ballottaggi "la notizia di avvisi di garanzia a Bossi e ai suoi figli".

CERCA IN NOTIZIE