Milan, pensierino a Thauvin

La promettente ala del Marsiglia interessa ai rossoneri.

postato fa da SPORTAL
Ci sarebbe anche Florian Thauvin nella lista degli obiettivi del Milan.
 
Mancino che gioca a destra, ha l'identikit richiesto da Filippo Inzaghi per completare il reparto d'attacco.
 
Ventun anni, carattere fumatino e sinistro letale è soprannominato 'Bébé requin' (baby squalo) per il taglio di capelli (una simil cresta, tratto peculiare - il caso - degli attaccanti rossoneri...) ed è stato la stella insieme allo juventino Pogba della Francia campione mondiale U-20.
 
La valutazione è di quelle importanti: per cederlo il Marsiglia chiede almeno 15 milioni di euro. Il 'Diavolo', sulle tracce anche di André Ayew e Steve Mandanda, secondo voci da Oltralpe potrebbe effettuare un sondaggio anche per lui.

Romulo-Juventus: fatta

Accordo trovato con l'Hellas, il terzino approda in bianconero.

postato fa da SPORTAL
Romulo passa alla Juventus.
 
Manca solo l'annuncio ma l'esterno italo-brasiliano è un nuovo giocatore bianconero. Il 27enne ha firmato con la 'Vecchia Signora', sabato le visite mediche e l'ufficializzazione dell'affare.
 
Raggiunta, quindi, l'intesa con l'Hellas Verona. Il giocatore approda alla corte di Massimiliano Allegri in presisto oneroso (1,5 milioni) con obbligo di riscatto a 6,5 milioni qualora dovesse giocare almeno il 30% della partite stagionali.
 
A fargli spazio Mauricio Isla, con le valigie pronte e il QPR ad attenderlo a braccia aperte.

Armato all'ospedale sequestra 3 persone

In crisi d'astinenza chiedeva morfina, pistola era a pallini

postato fa da ANSA
(ANSA) - CESENA, 1 AGO - Un disoccupato di 44 anni con problemi di droga ha fatto irruzione stasera nell'ospedale di Mercato Saraceno (Forlì-Cesena), chiedendo morfina perché in crisi di astinenza, e si è barricato in una stanza per un paio d'ore con tre persone, prima di arrendersi ai carabinieri. Era in possesso di un coltello e di una pistola, poi risultata a pallini. E' stato arrestato per sequestro di persona. Lo riferisce l'edizione on line del 'Resto del Carlino'.

Torna il festival musicale La Rocca Barocca a Giulianova

postato fa da City Rumors
Tweet Giulianova. Dopo il crescente successo delle passate edizioni, prende il via la terza edizione del festival musicale "La Rocca Barocca" organizzata dall'associazione culturale Accademia Acquaviva con il patrocinio del Comune che si svolgerà dal 4 al 30 agosto e in un calendario che quest'anno si preannuncia ricco e pieno di eventi di qualità con ben 5 appuntamenti di alto livello artistico. Nella suggestiva cornice del Centro storico cittadino, che dal punto di vista artistico e architettonico trova proprio nel periodo e nello stile barocco la sua più felice espressione, si esibiranno artisti di comprovata fama internazionale, con l'intento di portare sulle scene giuliesi la ricercatezza del repertorio barocco. Si inizia lunedì 4 agosto alle 21:30 con la rappresentazione, ospitata nel Museo d'Arte dello Splendore, dell'intermezzo buffo La Dirindina di Domenico Scarlatti che vedrà interpreti il soprano giuliese Manuela Formichella nei panni della protagonista, il basso Luciano Di Pasquale nelle vesti di Don Carissimo e il mezzosoprano Milena Storti nel ruolo en travesti di Liscione; ensamble orchestrale sarà il Quartetto del Cherubino, per le regia di Enrico de Feo e la direzione del M° giuliese Piergiorgio Del Nunzio. Si tratta di una tipica farsa comica del Settecento che mette in scena con toni leggeri e divertenti le ambizioni di una giovane cantante e gli equivoci che caratterizzano l'opera buffa. Appuntamento di prestigio del calendario sarà sabato 9 agosto alle 21:30, sempre nelle sale del Museo d'Arte dello Splendore, con il concerto La bella più bella in cui il pubblico avrà l'onore di ascoltare dal vivo una delle più grandi interpreti internazionali del repertorio barocco, il soprano Roberta Invernizzi accompagnata alla tiorba e all'arciliuto da Craig Marchitelli. Si proseguirà il 14 agosto, nella Chiesa di Sant'Antonio alle ore 21:30, con il concerto Marian cantatas in cui si esibirà il soprano Valentina Coladonato accompagnata dagli archi del Quartetto del Cherubino sotto la direzione del M° Piergiorgio Del Nunzio. Il 22 agosto alle ore 21:30, nella Chiesa della Misericordia, il Weimar Ensamble presenterà il concerto Sonate duarum fidium. Si chiude in bellezza sabato 30 agosto alle ore 21:30 nell'anfiteatro posto dietro il Palazzo Comunale, in Piazza caduti del 29 febbraio 1944, con il gran finale, la serenata di Antonio Vivaldi La Senna festeggiante, capolavoro assoluto del repertorio barocco. Interpreti dell'opera saranno il soprano Giorgia Cinciripi nei panni dell'Età dell'Oro, il mezzosoprano Federica Carnevale che sarà la Virtù e il basso-baritono Gianluca Margheri nel ruolo del titolo, La Senna. La messa in scena si avvale della partecipazione della danzatrice Michela Franceschini e sarà curata dalla regia di Filippo Tadolini per i costumi di Romano Raponi. L'orchestra sarà Gli archi del Cherubino al gran completo, il tutto sotto la direzione della bacchetta del M° Piergiorgio Del Nunzio. © Riproduzione riservata

Essere cristiani nell'insegnamento e nella ricerca - InfoOggi.it

postato fa da Info Oggi
Oggi la nostra rubrica da spazio ad una testimonianza di fede. A scrivere è Anna, professoressa, studiosa e scrittrice, che ci racconta la sua storia di ricercatrice e consacrata. Sono una giovane donna di 38 anni e, circa un anno fa, l'1 novembre 2013, nella chiesa di S. Ianni in Catanzaro, sono diventata una consacrata laica dell'Associazione Pubblica 'Maria, Madre della Redenzione', nuova realtà ecclesiale che condivide il carisma del Movimento Apostolico : l'annuncio e il ricordo della Parola di Dio. A un certo punto della mia vita, ho capito, infatti, che Cristo mi chiedeva di seguirlo più direttamente in questa via particolare di grazia, in questo progetto personale d'amore che Egli aveva e ha sulla mia vita. Da consacrata laica, chiamata a vivere nel mondo senza appartenervi, ho compreso che posso mostrarmi cristiana proprio quando a una storia fatta di peccato, di male, di ingiustizia, mi sforzo di rispondere con un atto di pietà, con un dono gratuito, con una parola gentile, attingendo forza nella grazia dei sacramenti e nell'Eucarestia. Quando mi costa continuare a essere secondo il cuore di nostro Signore Gesù Cristo, non cedere ai compromessi, al calcolo meschino, allo scoraggiamento, alla mentalità corrente, quando mi costa perfino fare quello che ho sempre amato, cioè studiare, allora, per non cadere, penso alla speranza della Vergine Maria mentre guardava il suo Gesù crocifisso, sputato, deriso, ma non vinto dal mondo. Ecco, per me, fare ricerca e lavorare, da consacrata laica, significa vivere questa fede, 'impossibile' per gli uomini, ma non per Dio, nella certezza che Lui è il vero e unico Signore della storia e tutto opera per il bene più alto di ciascuno. Molti di voi che, adesso, mi leggete starete pensando perché io faccia un discorso simile. Per comprenderlo, devo andare un po' indietro nel tempo. Come tanti altri giovani qui in Calabria, infatti, il mio percorso è stato di tantissimo studio e di molte delusioni, a causa della mancanza o della precarizzazione del lavoro e di un reclutamento professionale non sempre trasparente, non sempre capace di valorizzare, di fatto, le persone competenti. Non mi sono, però, mai persa d'animo nella convinzione che ogni scienza viene dal Signore e che qualsiasi opera, anche di studio quotidiano, offerta a Lui produce sempre, a suo tempo, un frutto di bene e santità. Si è tentati, a volte, dalla sfiducia, dall'idea che sia inutile coltivare doni e capacità, perché condizionati da un mondo che sembra premiare solo le incoerenze, le scorciatoie, le disonestà. I doni, però, sono dello Spirito Santo, sono quanto ci rende, personalmente, a immagine di Dio. Rinunciare a coltivarli per sfiducia significa rinunciare a se stessi. Non si coltiva un dono, in qualsiasi contesto sociale ci si trovi, con la speranza d'avere, prima o poi, un tornaconto, perfino legittimo (come potrebbe essere un posto di lavoro) o con la speranza di essere capiti e apprezzati dagli altri. Mi sono, spesso, chiesta, dopo una laurea con il massimo dei voti, un dottorato di ricerca, un diploma di abilitazione e mille altri titoli culturali: 'Perché devo continuare a studiare, ad aggiornarmi, a scrivere saggi e poesie, se la società in cui vivo mi riserva solo disoccupazione, eterno precariato, imbrogli d'ogni tipo?'. C'è anche un secondo interrogativo che mi martellava nella testa e che riguarda la mia esperienza di insegnamento a scuola: 'Perché continuare a prepararmi con cura e amore una lezione, se poi qualcuno ti risponderà con maleducazione, qualcun altro disprezzerà e riderà del tuo lavoro?'. Ebbene, forse non dovevo pormi queste domande. Credo, però, di aver trovato una risposta di pace in un passo del Vangelo: ' Ma a voi che ascoltate, io dico: amate i vostri nemici, fate del bene a quelli che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi trattano male . A chi ti percuote sulla guancia, offri anche l'altra; a chi ti strappa il mantello, non rifiutare neanche la tunica. Da' a chiunque ti chiede, e a chi prende le cose tue, non chiederle indietro. E come volete che gli uomini facciano a voi, così anche voi fate a loro. Se amate quelli che vi amano, quale gratitudine vi è dovuta? Anche i peccatori amano quelli che li amano. E se fate il bene a coloro che fanno del bene a voi, quale gratitudine vi è dovuta? Anche i peccatori fanno lo stesso. … Amate invece i vostri nemici, fate del bene e prestate senza sperarne nulla, e la vostra ricompensa sarà grande e sarete figli dell'Altissimo , perché egli è benevolo verso gli ingrati e i malvagi. Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso ' ( Lc 6, 27-36 ). Ecco, da docente e studiosa, mi piacerebbe che queste parole di Gesù sulla misericordia fossero l'anima della mia professione lì dove ho appreso, a volte, nella fatica e nel dolore, che non bastano i libri, le fini conoscenze intellettuali, le nozioni per parlare a una persona e che non si può essere cristiani solo tra le rassicuranti mura di casa. È il mondo concreto il banco di prova della nostra fede, della nostra speranza, della nostra carità. Anna Guzzi (Fonte foto: salute33.com)

Beach Soccer: Serie A Enel, in semifinale Milano-Viareggio e Anxur Trenza-Happy Car Sambenedettese - InfoOggi.it

postato fa da Info Oggi
Il big match tra Milano e Terracina va ai meneghini. Samb a sorpresa batte la Domusbet Catania. Anxur Trenza e Viareggio e superano Panarea e Canalicchio CATANIA, 1 AGOSTO 2014 - Il Beach Soccer FIGC-Lega Nazionale Dilettanti regala sempre emozioni e sorprese anche ai Quarti di Finale sconvolgendo i rapporti di forza della vigilia. La Serie A Enel ha regalato al pubblico della Betclic Arena del lido Azzurro di Catania quattro partite per cuori forti. Milano, Viareggio, Anxur Trenza e Happy Car Sambenedettese hanno conquistato le semifinali al termine di sfide tutt'altro che scontate e banali. Fuori le squadre del girone B, dentro tutte quelle dell'A. La grande sorpresa è il successo della Samb sul Catania al termine di una gara pazza e fantastica chiusa dal gol di Bruno Novo a metà terzo tempo. Dopo aver alzato la Supercoppa i ragazzi di mister Di Lorenzo hanno compiuto un altro capolavoro conquistando le semifinali per il secondo anno consecutivo. I padroni di casa del Catania possono solo prendersela con la malasorte ed i legni colpiti. Soares non è riuscito dare quel quid in più agli etnei che per la seconda stagione di fila non riescono ad entrare nelle prime quattro. I marchigiani incontreranno i pontini dell'Anxur Trenza che non hanno faticato più di tanto con l'Ecosistem Panarea Catanzaro. I calabresi hanno dimostrato di essere troppo dipendenti da Bafodè (2 gol) mentre i pontini hanno vinto come squadra. Decisivi il portoghese Jordan autore di una tripletta (13 gol tutti nella seconda metà del campionato) e il terracinese doc Simonelli (doppietta). Tutta da guardare la sfida tra Samb e Anxur, Pasquali e compagni in questa stagione hanno sempre perso con i marchigiani ma ora i giochi si fanno seri e tutto può succedere. Di contro Milano dopo il bruciante ko in Supercoppa ha reagito alla grande vincendo con Terracina nella ripetizione della finale del 2013. Milano è partita forte e poi ha gestito bene l'incontro di fronte a un Terracina irriconoscibile, senza mordente, orfano di Francois. Cinque marcatori diversi rossoneri sono andati a segno, un dato che sottolinea la superiorità di Milano. Palmacci e Llorenc hanno tentato di suonare la riscossa ma non è bastato. I ragazzi di Panizza conquistano le semifinali per la quarta volta nelle ultime cinque edizioni giocate mentre quelli di Del Duca se le lasciano sfuggire dopo tre anni. Meno sofferenza per Viareggio che stenta solo nel primo tempo decollando poi alla distanza contro un volenteroso Canalicchio. Gori centra un poker e sale a 26 gol in campionato, Viareggio entra nel gruppo delle prime quattro per la terza stagione di fila. Gli etnei possono ritenersi soddisfatti, hanno creato più di qualche grattacapo ai viareggini. Milano e Viareggio quindi si ritrovano in semifinale come nella scorsa stagione, un anno fa vinsero ai rigori i milanesi che hanno fatto loro gli ultimi tre precedenti e sono in vantaggio 7-3 nel complesso su Viareggio. Ma ogni gara è una storia a sé e la partita è tutta da giocare. Questi quarti di finale hanno dimostrato che il beach soccer è uno sport bello e pazzo. LE GARE DOMUSBET CATANIA-HAPPY CAR SAMBENEDETTESE 3-4 (1-2;1-1;1-1) DomusBet Catania: Del Mestre, Gabriel, Silvestri, Franceschini, Platania, Bosco, Fred, Be Martins, Rodrigo, Urso, Zurlo, Vitale. All: Soares Happy Car Sambenedettese: Carotenuto, Leghissa, Pastore, Jordan, Di Maio, Soria, Palma, Bruno Novo, Marazza, Juninho, Addari, Comello. All: Di Lorenzo Arbitri: Matticoli (Isernia), Di Mauro (Isernia) Reti: 2' pt Jordan (S), 4' pt Jordan (S), 8' pt Fred (C); 11' st Rodrigo (C); 1' tt Rodrigo (C), 4' tt Jordan (S), 4' tt Bruno Novo (S). Note: Ammoniti Vitale (C). La chiusura del bellissimo pomeriggio del miglior beach soccer nazionale è affidato alla super sfida fra i padroni di casa della DomusBet Catania e l'Happy Car Sambenedettese, fresca vincitrice della Supercoppa di Lega. La posta in palio basta da sola per dare motivazione alle due squadre. La gara è subito viva e la Samb parte bene trovando anche il vantaggio con Jordan. La DomusBet non si scompone più di tanto e, con calma, riprende le sue operazioni d'attacco con Gabriel che impegna severamente Carotenuto. Aumenta la pressione etnea ma la via del gol prende ancora una volta la strada di Sambenedetto. Jordan è lesto a sfruttare un'indecisione fra Platania e Del Mestre e a siglare il raddoppio marchigiano. I rossazzurri non sono fortunati, complice anche un'attenta retroguardia della Samb e, quando riescono a superarla, si divorano con Fred un gol praticamente fatto. Il numero 10 siciliano si fa perdonare all'8' quando riesce ad accorciare insaccando da distanza ravvicinata. Il finale di tempo è molto bello e le occasioni non mancano ma, né Zurlo, né Fred, riescono a pareggiare i conti prima del fischio. Match duro per i padroni di casa e lunghe fasi di studio sulla sabbia del BetClic Beach Stadium del Lido Azzurro di Catania. La porta marchigiana è stregata per i padroni di casa e anche la Samb si presenta formazione arcigna e ben messa in campo. Il Catania non ci sta e studia il modo di arrivare al gol ma l'incantesimo dura ancora. Palo clamoroso di Fred al 7' e barba al palo su tiro Gabriel. Lo stesso Gabriel colpisce la traversa dopo una conclusione precisa da almeno 30 metri qualche minuto dopo. Carotenuto toglie una palla strepitosa da sotto la traversa e difende il vantaggio dei rossoblù marchigiani. Manca un solo minuto quando Rodrigo aggancia, affronta due avversari e da posizione defilata regala il pareggio alla DomusBet Catania. Sul finale di tempo ancora Jordan pericoloso ma Del Mestre sventa. Terza ed ultima parte di gara per volare in semifinale e l'arena si scalda. Il tifo catanese spinge la palla in rete con Rodrigol. Lo scatenato numero 13 semina il panico e timbra il sospirato vantaggio, 3-2. La situazione però varia ancora e non potrebbe essere altrimenti fra due team del genere. La Samb torva il pari con l'aiuto di un errore di Del Mestre che non trattiene il tiro di Jordan e poi, torna ad inseguire a causa del gol su tiro di punizione trasformato da Bruno Novo. I beachers etnei rispondono con l'ennesima traversa di Fred e fanno di tutto per riprendere il comando di questa gara ma, gli affondi, si rivelano nulli. Sugli spalti cresce il sostegno per i propri beniamini ma non c'è nulla da fare per la DomusBet che sbatte su una Sambenedettese trasformata dalla vittoria della Supercoppa che si toglie anche la soddisfazione di estromettere dalla corsa tricolore proprio una delle maggiori accreditate alla vittoria finale. VIAREGGIO-CANALICCHIO CATANIA 8-3 (2-1;3-1;3-1) Viareggio: Carpita, Gemignani, Ramacciotti, Di Tullio, Marinai, Gori, Maiorana, Marrucci Mirko, Di Palma, Remedi, Marrucci Matteo, Battini. All: Santini Canalicchio Catania: Caruso, Fazio, Longo, Russo, Palazzolo, Filetti, Randis, Condorelli, Chiavaro, Maci, Mongelli, Linguaglossa. All: Giuffrida Arbitri: Polito (Aprilia), Balacco (Padova) Reti: 2' Condorelli (C), 10' pt Gori (V), 12' pt Gori (V); 7' st Marrucci (V), 9' st Gori (V), 9' st Ramacciotti (V), 11' st Palazzolo (C); Palazzolo 7' tt (C), 9' tt Gori (V), 11' tt Di Tullio (V), 12' tt Maiorano (V). Note: Ammoniti Randis (C), Remedi (V). La capolista del girone A Viareggio, scende in campo in gara 3 contro il Canalicchio Catania ed è caccia dei tre punti ma non solo. Il capocannoniere del campionato Gori è a quota 22 e cerca conferma e vetta. Il Canalicchio da parte sua, gioca in casa e non vuole recitare il ruolo della comparsa. Partenza sprint di fronte ai propri tifosi vantaggio compreso. Bella azione degli etnei sulla sinistra e Condorelli la mette dentro in diagonale dopo appena 2 minuti. Il Viareggio studia le contromosse all'entusiasmo siciliano ma rischia ancora. Stupenda la rovesciata di Palazzolo che si stampa sul palo e, subito dopo, quella di Maci di poco a lato. Il Viareggio avanza e , dopo un'azione insistita, Di Tullio ha l'occasione per pareggiare ma il suo tiro si ferma sul palo alla destra di Caruso. Canalicchio in campo con grinta e buone idee al cospetto dei forti avversari. Maci fa tutto bene al 9', compreso il tiro, ma colpisce la traversa. Si vede poco Viareggio nel primo tempo ma quanto basta per annotare la rovesciata di Gori che significa pareggio e allungo in classifica marcatori. Allungo significativo perché, allo scadere, realizza anche il vantaggio toscano con un vero e proprio intervento di rapina. Il bomber bianconero s'intrufola fra difensore e portiere, anticipa tutti e mette nel sacco. Second time e Viareggio più tonico. A differenza del primo tempo il Canalicchio viene maggiormente controllato e aumentano anche le proiezioni offensive. Un mani di Ramacciotti consente al Canalicchio, ed a Maci, di battere un tiro di punizione a cono da buona posizione ma Battini, compie una grande parata e conserva il vantaggio per Viareggio. Anche Caruso dalla propria porta tenta di sorprendere il collega Battini ma la palla si spegne fuori. Se ne va metà del secondo tempo ed il risultato resta fermo sul 2-1 a favore del Viareggio ma un minuto più tardi è Marrucci Matteo a rompere l'equilibrio. Il Viareggio prende le distanze e arrotonda. Due perle, una di Gori e una di Ramacciotti, a distanza di 30', portano i toscani sul 5-1. La partita resta comunque aperta e godibile grazie ad un Canalicchio tutt'altro che domo anzi, le azioni degli etnei sono ficcanti e convinte. Prima del fischio finale di second time, infatti, Palazzolo ruba palla a Marrucci Matteo e scarica all'incrocio dei pali per il 2-5 che anticipa il terzo tempo. Tre gol da recuperare ad una squadra come Viareggio non sono cosa semplice ma gli etnei ci provano. Maci con una gran botta da lontano per poco non accorcia ulteriormente e se non ci riesce, è grazie a super Carpita. Il Canalicchio però non si arrende e trova la sue terza rete al 7' ancora con Palazzolo. Il cuore siciliano onora il match ma in campo c'è l'uragano Gori ed a 3 dal termine passa ancora per il 6-3 del Viareggio. Sono 26 le reti fin qui messe a segno dal viareggino e 152 totali con la maglia bianconera. Prima del fischio finale, nonostante i ritmi si siano abbassati, il Viareggio trova il settimo gol con Di Tullio, Palazzolo colpisce una traversa per il Canalicchio e Maiorano chiude con l'ottava rete per il Viareggio. TERRACINA-MILANO 3-7 (1-3;0-1;2-3) Terracina: Spada, Andrezinho, Olleja M, Feudi, D'Amico, Olleja S, LLorenc, Palmacci, Del Duca, Corosiniti, Minchella, Frainetti. All: Del Duca Milano: Menescardi, Ceriani, Campolongo, Grassi, Maiorano, Eudin, Leo, Mancuso, Casiraghi, Souza, Zambelli, Mantegazza, Chiodi. All: Panizza Arbitri: Sicurella (Agrigento), Cecchin (Bassano del Grappa). Reti: 1' pt Leo (M), 5' pt Maiorano (M), 9' pt Leo (M), 11' pt Llorenc (T); 5' st Ceriani (M); 7' tt Palmacci (T), 8' tt Palmacci (T), 8' tt Eudin (M), 10' tt Eudin (M), 11' tt Ceriani (M). Note: Ammoniti Souza (M), Andrezinho (T), Eudin (M), Chiodi (M), A seguire un vero e proprio big match, nonché la replica della finale tricolore del 2013, con Milano e Terracina. Non c'è bisogno di presentazioni per questa 'classica' del beach soccer italiano e l'inizio è di quelli importanti. Tiro di battuta e subito Terracina ma anche subito Menescardi. Il gioco comincia e Leo consegna il biglietto da visita alla corazzata pontina. Aggancio al bacio da posizione arretrata ma centrale e successivo rasoterra fulminante, 1-0. Terracina incassa e reagisce proponendo bel gioco e tre conclusioni pericolose ma il numero uno meneghino è in forma e protegge il vantaggio. Batti e ribatti fino alla mischia che permette a Maiorano, con un gol di rapina, di raddoppiare. Il Milano difende con attenzione e ci sono pochi varchi a disposizione per i beachers di Del Duca che a volte, lasciano a loro volta troppi spazi ai rossoneri. In una di queste 'praterie' infatti è ancora Leo ad approfittarne e a siglare il tris per Milano. A Catania si vede un'altra squadra rispetto alle tappe di qualificazione ed il Terracina, deve attendere quasi tutto il primo tempo prima di riuscire a gonfiare la rete avversaria. Ci vuole il colpo d'effetto e sarà Llorenc a tirarlo fuori dal cilindro con una rovesciata da applausi. Si va al riposo sul 3-1 per i lombardi e la gara, promette ancora tanto spettacolo. Si riparte per i secondi 12' e dall'inzio, si capisce che musica suonerà. Milano parte fortissimo e sfiora il gol a ripetizione. Panizza, dopo la sconfitta in Supercoppa, ha ritrovato un gruppo attento e motivato che forse, nemmeno il Terracina si aspettava così 'tosto'. La squadra pontina gioca bene ma sbatte si una difesa milanese ben messa in campo e davvero arcigna. Leo è 'tarantolato' e propizia anche la quarta rete della sua squadra seminando due avversari sulla fascia prima di mettere al centro. In area è pronto Ceriani ed è gol di testa in tuffo. Sul 4-1 il Terracina è costretto ad uscire e a cambiare regime se vuole evitare che il Milano prenda il largo. A seguito di uno scontro in area lombarda Sicurella di Agrigento concede il penalty ai laziali. Sulla palla Llorenc ma Menescardi si supera e neutralizza. Nei minuti restanti solo tanto bel gioco ma nessun change nel risultato e tutto viene quindi rimandato alla terza ed ultima frazione. Il beach soccer, si sa, regala emozioni e capovolgimenti di fronte repentini fino allo scadere effettivo quindi, tutto da vedere. Leo ci prova prima su punizione ma Spada c'è e para come c'è il Terracina ma, appunto, la difesa milanese è un muro. Palmacci lotta come un leone e due sue rovesciate non trovano la fortuna sperata così come Corosiniti su Chiodi un attimo dopo. Ci vuole una punizione in linea da posizione molto favorevole trasformata da Palmacci per riaprire il match a 5 dal termine. Palmacci inventa letteralmente la terza rete del Terracina, direttamente da calcio d'angolo, una vera magia ed è 3-4. Adesso la battaglia è totale e solo chi avrà i nervi al loro posto potrà brindare. Milano sente il fiato sul collo e riprende a correre verso la porta difesa da Spada. Centrocampo, difesa pontina schierata, serve un'altra magia e puntuale arriva. Eudin al volo scavalca tutti e sono 5! Eurogol che viene riprovato e ritrovato anche al 10', se pur con l'aiuto della cunetta che brucia Spada piazzato. La doppietta significa 6-3 per Milano a 2 minuti dal termine e sulla panchina meneghina, si sogna. Il Terracina si riporta in attacco, Llorenc tenta la girata che si spegne di poco a lato, guadagna un paio corner ma il Milano è implacabile e segna anche la settima rete. Ceriani è libero sulla sinistra, riceve da Eudin e trafigge Spada. Grande gara dei beachers di Panizza che possono giustamente festeggiare la vittoria in questo difficile scontro diretto. ANXUR TRENZA-ECOSISTEM PANAREA CZ 8-3 (2-2; 1-1;4-0) Anxur Trenza: D'Andrea, Torres, Morgera, Simonelli, Pasquali, Altobelli Venerelli, Carmo, Alla, Palmacci, Opromolla, Foresi, Savarese, Fontana, Jordan, Stefanini. All: Psquali. Ecosistem Panarea CZ: Galeano, Cittadino, Amendola, Venere, Furriolo, Morabito, Gregoraci, Corasaniti, Bafode, Procopio, Rotundo, Canino, Mercurio S, Amendola, Sinopoli, Mercurio A. All: Vanzetto Arbitri: Picchio (Macerata), Organitni (Ascoli Piceno). Reti: 2' pt Bafode (P), 8' pt Simonelli (A), 10' pt Bafode (P), 11' pt Jordan (A); 6' st Cittadino (P), 10' st Carmo (A); 2' tt Jordan (A), 6' tt Savarese (A), 7' tt Simonelli (A), 8' tt Jordan (A), 12' tt Morgera (A). Comincia la caccia al tricolore all'ombra dell'Etna, un momento attesissimo lungo un'estate. Al Beach Stadium del Lido Azzurro di Catania in scena la Final Eight della Serie A Enel 2014 e ad aprire la giornata, Anxur Trenza ed Ecosistem Panare di Catnzaro. Non ci sono altre opportunità e l'imperativo per ogni squadra è vincere. Primo tempo pirotecnico e bello. Il vantaggio è dei calabresi ed è opera del 'cobra' Bafodè, sempre in forma strepitosa ed arma in più dei catanzaresi. L'Ecosistem doma le folate offensive dei pontini ma all'8' incassa il pareggio di Simonelli. Gran tiro a girare quello del numero 6 laziale. Il gol subito scuote l'Ecosistem e, nemmeno a dirlo, il suo uomo simbolo. Bafode' prende palla, si coordina e riporta vanti i suoi. La partita è accesa e piena di occasioni ed è sul finire di tempo che l'Anxur pareggia ancora una volta. Tiro a sorpresa di Jordan ad ingannare Galeano e 2-2. Si torna in campo con la stessa velocità e determinazione. Si combatte in totale equilibrio fino a metà tempo quando, Cittadino con un bolide, regala il nuovo vantaggio all'Ecosistem Panarea. Nemmeno un momento di pausa e tiri a ripetizione mentre i minuti scorrono verso la fine del secondo tempo. Mancano due minuti scarsi quando Carmo dalla destra, sgancia un diagonale perfetto. Galeano può solo guardare concretizzarsi il 3-3 dell'Anxur Trenza. Al ritorno in campo per il terzo tempo i pontini manifestano una concentrazione ancora maggiore e dopo due soli minuti, si porta sul 4-3 grazie ad una magia di Jordan. Ecosistem in leggerissimo affanno e Jordan da lontano ci prova ma Galeano risponde. Savarese troverà invece più fortuna e, con un preciso pallonetto, fa 5 per l'Anxur Trenza. I pontini decollano e un minuto dopo vedono Simonelli involarsi verso la porta calabrese e bucare ancora una volta Galeano per il 6-3 che spiana il finale dell'Anxur Trenza. L'Ecosistem paga il contraccolpo del secondo pareggio e non è più la squadra dei minuti iniziali. A 4 dal termine arriva anche il gol di Jordan, tripletta personale e 7-3. Sul finale, chiude Morgera con un tiro imparabile calciato praticamente dalla bandierina ed è 8-3 finale. Avanti Anxur Trenza per giocarsi le proprie carte in chiave scudetto. PROGRAMMA E RISULTATI Finale Supercoppa: Milano-Happy Car Sambenedettese 3-4 Quarti di Finale Serie A Ene l h: 15.00 Anxur Trenza-Ecosistem Panarea Cz 8-3 h: 16.15 Terracina-Milano 3-7 h: 17.30 Viareggio-Canalicchio Ct 8-3 h: 18.45 Domusbet Catania-Happy Car Sambenedettese 3-4 Sabato 2 agosto Semifinali 5/8 posto Serie A h: 15.00 Ecosistem Panarea Cz - Catania (gara 5) h: 16.15 Terracina - Canalicchio Ct (gara 6) Semifinali 1/4 posto Serie A (diretta RaiSport 2, dalle ore 17.45) h: 17.45 Milano - Viareggio h: 19.00 Anxur Trenza - Happy Car Sambenedettese Domenica 3 agosto Finali 3/8 posto Serie A Finale 7/8 posto - h: 11.00 perdente gara 5 - perdente gara 6 Finale 5/6 posto - h: 14.45 vincente gara 5 - vincente gara 6 Finale 3/4 posto - h: 16.00 perdente gara 7 - perdente gara 8 Finale Scudetto (diretta RaiSport 2, ore 17.30) vincente gara 7 - vincente gara 8 LA CLASSIFICA MARCATORI 26 gol: Gori (Viareggio) 15 gol: Rodrigo (Catania), Bafodè (Panarea Cz) 13 gol: Jordan (Anxur Trenza) 12 gol: Leo (Milano) 11 gol: Llorenc (Terracina) 10 gol: Gabriel (Catania) 9 gol: Jordan (Catania), Ramacciotti (Viareggio) 8 gol: Palazzolo (Canalicchio), Giannecchini (Pisa) 7 gol: Condorelli G. (Canalicchio), Zurlo (Catania), Corsale (Hermes Casagiove), Maiorano (Milano) 6 gol: Savarese (Anxur Trenza), Maci (Canalicchio), Garofalo, Ardizzone (Catanese), Be Martins (Catania), Muraca (Lamezia), Salvadori (Livorno), Cinquini (Pisa), Palmacci (Terracina) 5 gol: Carmo, Torres (Anxur Trenza), Curci (Barletta), Coscarelli (Lamezia), Eudin (Milano), Gregoraci (Panarea), Bonamici (Pisa), Soria e Palma (Samb), Andrezinho (Terracina), Marinai e Remedi (Viareggio) 4 gol: Chiavaro (Canalicchio Ct), Campanella (Catanese), Mauro (Catanzaro), Moxedano (Hermes Casagiove), Souza (Milano), Bruno Novo (Samb), Marrucci Ma. (Viareggio), Taiarui, Germanò (Villafranca) 3 gol: Pasquali, Simonelli (Anxur), De Lorenzo N. e Zingrillo, Persia (Barletta), Randis (Canalicchio Ct), Vasile (Catanzaro), Borbone, Tedeschi (Catanese), Platania (Catania), Ortolini (Catanzaro), Marcucci, Capobianco (Hermes Casagiove), Casiraghi (Milano), Morabito (Panarea), Juninho (Samb), Corosiniti (Terracina), Maiorano (Viareggio), Medero (Villafranca) 2 gol: Fontana (Anxur Trenza), Riondino, Papagno, Montenegro (Barletta), Bonanno, Sciuto, Missale (Catanese), Urso, Fred (Catania), Pascu, Henrique (Catanzaro), De Meo, Lo, Rossi, Grossi (Livorno), Grassi, Ceriani (Milano), Procopio (Panarea), Carotenuto, Frainetti, Olleja M. (Terracina), Perez (Samb), Spacca (Villafranca), Di Palma, Di Tullio (Viareggio) 1 gol: Altobelli, Morgera (Anxur Trenza), Federici, Grasso (Catanese), Franceschini, Bosco (Catania), Marletta, Mongelli (Canalicchio), Gentile, Errigo (Catanzaro), Gravino, Palumbo, Portone, Sibilli (Hermes Casagiove), Notaris, Orlando (Lamezia), Gambino, Domenici (Livorno), Zambelli, Cataldo (Milano), Rotundo, Corasaniti, Cittadino (Panarea), Barberi, Morgè, Bonadies, Degli Esposti, Morget, Cofrancesco, Laras (Pisa), Pastore, Marazza, Di Maio (Samb), Feudi (Terracina), Carpita, Battini (Viareggio), Bidinotti, Orofino, Polastri, Samoun (Villafranca). 1 autorete: Platania (Catania), Sibilli (Hermes Casagiove), Corosiniti (Terracina) I PARTNER COMMERCIALI DEL BEACH SOCCER LND - Crescono le esigenze di visibilità delle squadre e di tutto il circuito, si ampliano i piani di attività e le strategie per valorizzare al massimo le partnership commerciali. Nel solco di questa implementazione s'innesta il rinnovo dell'accordo con Gsport. L'azienda del gruppo Italtelo, storico fornitore della Lega Nazionale Dilettanti, svolgerà la funzione di marketing advisor, curando la raccolta degli sponsor e la gestione dell'Area Fun. Enel continua ad essere il compagno di viaggio privilegiato del Beach Soccer federale confermandosi Main Partner e Title Sponsor di tutte le competizioni accostando anche quest'anno il proprio brand all'area Vip Ospitality. Queste le colonne portanti che assicurano ormai da tempo una base solida al beach soccer della LND. La novità di questa stagione è l'acquisizione dei Naming Rights di tutte le arene da parte di Betclic, un accordo che rappresenta una importante e innovativa opportunità per potenziare le capacità di comunicazione con il pubblico. Nuovi fiammanti anche i palloni da gara, la Select ha progettato dei prodotti professionali approvati dalla FIFA che stanno già invadendo le spiagge di tutto il mondo. Irrompe il merchandising sportivo con il logo Beach Soccer LND gestito dalla Louisville Slugger che ha ideato una linea di abbigliamento sportivo e casual compresi gadget per fa conoscere al popolo dell'estate il brand BS. E' un beach soccer pronto ad appagare ancora una volta i palati fini. Per il secondo anno di fila è Bike l'official drink (un mix perfetto di soda e vino), mentre salumi Beretta offre prodotti che uniscono qualità e tradizione per gli sportivi e il pubblico presente in tappa. Il Beach Soccer della Lega Nazionale Dilettanti grazie alla capillarità sul territorio si presta a progetti innovativi made in Italy, da queste premesse è nata la partnership con Street Food on the Road che unisce idealmente il mondo attraverso momenti di condivisione di esperienze culturali che trovano nel cibo la manifestazione più concreta delle tradizioni che rappresentano. L'acqua ufficiale torna ad essere Dolomia che sgorga dalle purissime fonti della Val Cimolana sulle Dolomiti Friulane, mentre un altro partner storico che prosegue il cammino insieme al beach soccer LND è MSC Crociere che ha in serbo promozioni e novità per tutti gli appassionati dello sport estivo per eccellenza. Ultima arrivata in casa Beach Soccer LND la Valtur che assicurerà animazione di qualità per il pubblico sugli spalti in occasione di tutte le gare con giochi nell'area Fun e sul campo. In palio per i più bravi e fortunati tanti viaggi nelle mete più esclusive dell'estate. LA COMUNICAZIONE - Il Beach Soccer si conferma un driver mediatico eccellente con ampi margini di crescita. Per il terzo anno consecutivo è RaiSport la tv ufficiale del circuito Lega Nazionale Dilettanti. L'ammiraglia dello sport della Rai garantisce una copertura televisiva dell'evento pressoché totale. Decine di ore di programmazione in prima messa in onda e centinaia di repliche arricchiranno il palinsesto estivo di RaiSport secondo un format ormai consolidato e vincente: presentazione della località, highlights di tutte le partite, interviste ai protagonisti, rubriche e sintesi delle gare più significative. La gara di Supercoppa, le semifinali e la finale di campionato saranno trasmesse in diretta con la telecronaca di Tiziana Alla e il commento tecnico Franco Peccenini. Un altro partner di lungo corso è radio Kiss Kiss, un brand che accompagna il Beach Soccer LND da sei stagioni. Previsti centinaia di spot durante tutta la stagione e iniziative di coinvolgimento dei radioascoltatori sul sito web ufficiale della radio. Kiss Kiss ha infatti lanciato il contest online Vota il gol più bello. Ogni week-end le migliori realizzazioni immortalate in brevi clip saranno sottoposte al giudizio insindacabile del pubblico. Senza dimenticare i collegamenti live dalla spiaggia da parte di Max Giannini, voce del tour 2014, per far vivere in diretta le emozioni e lo spettacolo del beach soccer. Dalla radio alla carta stampata il beach soccer federale continua ad avere spazi importanti sulle testate nazionali grazie ad un accordo ormai ultra decennale con Corriere dello Sport e Tuttosport che dedicheranno quasi venti mezze pagine sia d'informazione sia di pubblicità. Ma la forza del beach soccer targato Figc-LND sta nella fitta e capillare penetrazione nel territorio grazie alle decine di testate locali che seguono con grande interesse ogni tappa. Sono centinaia i giornali, radio, tv e siti web che danno ampio risalto al calcio in spiaggia ufficiale producendo migliaia di notizie e servizi ad hoc. Ma la parte del leone la fanno sicuramente i new media che si stanno dimostrando strumenti strategici e ideali per veicolare uno sport che strizza l'occhio allo spettacolo. Tutte le partite che non sono state trasmesse su RaiSport sono visibili in modalità on demand sul brand channel LND ospitato sulla piattaforma di Expoitalia (ww.expoitalia.it/lnd). C'è poi il canale Youtube (www.youtube.com/legadilettanti) che raccoglie le clip confezionate per raccontare le vicende del campo ma anche i colori dell'area fun e le attività dei numerosi partners commerciali. Gallerie fotografiche, approfondimenti, interviste e tanto altro arricchiscono di contenuti la pagina Facebook della Lega Nazionale Dilettanti (www.facebook.com/LND.paginaufficiale) che ha ormai sfondato il muro delle centinaia di migliaia di like. Disponibili foto, aggiornamenti in tempo reale e curiosità sul profilo Twitter della LND (www.twitter.com/legadilettanti). CALENDIARIO 2014 Coppa Italia: 29 maggio / 1 giugno - San Benedetto del Tronto (Ap) 14/15 giugno - 1tappa girone B - Terracina (Lt) 28/29 giugno - 1tappa girone A - Lignano Sabbiadoro (Ud) 5/6 luglio - 2tappa girone B - Catanzaro Lido 12/13 luglio - 2tappa girone A - Marina di Pisa (Pi) 18/20 luglio - 3tappa girone A - Viareggio (Lu) 24/27 luglio - Femminile - Serie B - 3tappa girone B - Montalto di Castro (Vt) 31 luglio/3 agosto - Supercoppa + Finali scudetto - Catania Notizia segnalata da: (Enrico Foglietti)

Serie A: Roma-Napoli e i derby capitolini si disputeranno di pomeriggio - InfoOggi.it

postato fa da Info Oggi
ROMA, 01 AGOSTO 2014 - Si giocheranno con la luce del sole i due derby della capitale ei matche fra la Roma e il Napoli. Ad annunciarlo, una nota dell'Osservatorio Nazionale per la Manifestazioni Sportive diffusa dopo la prima riunione indetta in seguito alla pubblicazione del calendario di Serie A per la stagione calcistica 2014/2015. La riunione decisionale è stata presieduta da Alberto Intini, nuovo responsabile dell'Osservatorio, che nel suo intervento di insediamento si è dichiarato grato al Capo della Polizia, Alessandro Pansa, e al ministro dell'Interno, Angelino Alfano, 'per il prestigioso incarico' ricevuto. Intimi ha dichiarato: 'Sono convinto che la via maestra sia quella del dialogo, anche con i tifosi, e della valorizzazione di quanto di positivo esiste nei nostri stadi. Per fare questo occorre lavorare sui tifosi e sugli impianti'. (fonte www.romatoday.it) (foto calcioinstreaminglive.altervista.org) Elisa Lepone

Torna Ischia libri d'A...Mare, la rassegna letteraria dell'isola verde - InfoOggi.it

postato fa da Info Oggi
NAPOLI, 1 AGOSTO 2014 - La kermesse letteraria Ischia libri d'A…Mare , ispirata al tema 'Le forme del racconto', prosegue la XIX edizione con una serata dedicata alla scoperta delle nuove frontiere. Venerdì 1 Agosto (Piazza S. Restituta - Lacco Ameno - Ischia -ore 21,30), Francesco Pinto, autore del volume 'Il lancio perfetto' e Domenico De Masi, autore del volume 'Mappa Mundi', insieme al giornalista Gigi Marzullo, daranno vita ad un dibattito incentrato sulle scoperte dell'uomo e sui modelli di vita elaborati nel corso dei secoli, dei sistemi sociali, culturali, religiosi creati per rispondere alle sfide dell'esistenza. È il 1956 e il mondo ha scoperto una nuova frontiera. Una frontiera che non separa più le terre esplorate dalle lande ignote del nostro pianeta. Una frontiera che apre al cielo, alle stelle infinite e a luoghi sconosciuti e inimmaginabili. Stati Uniti e URSS, le due potenze che si sono divise il mondo dopo il grande conflitto, si combattono a colpi di Sputnik ed Explorer, in una corsa contro il tempo per arrivare primi. Mescolando verità storica e finzione, Francesco Pinto racconterà di un tempo in cui, a fronte di mezzi limitatissimi, la speranza, la determinazione spingevano un popolo a non avere paura. Una storia oggi spesso dimenticata, eppure necessaria, di quel tempo in cui si facevano le imprese impossibili. Si parla sempre più spesso di crisi dell'Occidente, e se ormai l'intero pianeta avverte un disagio che i profeti di sventura prevedono irreversibile, forse non è la realtà a essere in crisi, forse è in crisi il nostro modo di interpretarla, sono in crisi i nostri modelli esplicativi. A partire da una seria rivisitazione critica, che ci orienti sul percorso che l'intelligenza collettiva ha compiuto per giungere fino a oggi, Domenico De Masi proverà ad indicare il percorso da intraprendere, spiegando perché sentiamo crescere intorno a noi e dentro di noi l'esigenza di un mondo nuovo consapevole e solidale, l'urgenza di un nuovo modello di vita capace di orientare un progresso che, privo di regole e di scopi, risulti sempre più insensato. La rassegna prosegue mercoledì 6 agosto (Piazza S. Restituta -Lacco Ameno d'Ischia -ore 21,30), con Giulio Scarpati, autore di 'Ti ricordi la casa rossa?'che insieme al giornalista Gianni Ambrosino, ripercorrerà la storia della propria famiglia attraverso i ricordi della madre, affetta dal morbo di Alzheimer. Notizia segnalata da Delia Cultura

World GP: Italia-Rep. Dominicana 3-0

Ma si infortuna al ginocchio sinistro Lucia Bosetti

postato fa da ANSA
(ANSA) - ROMA, 1 AGO - E' iniziato con un successo il cammino dell'Italia nel World Grand Prix 2014: vittoria per 3-0 (25-18, 25-23, 25-15) sulla Repubblica Dominicana al PalaSerradimigni di Sassari. La nota negativa dell'incontro è stata però l'infortunio di Lucia Bosetti, che nel secondo set ha dovuto lasciare il campo in lacrime per un problema al ginocchio sinistro (da valutare le sue condizioni in attesa degli accertamenti). Domani sera Italia-Brasile.

Sicurezza, gli auguri del prefetto e Zingaretti al nuovo questore

Questa Mattina De Matteis ha incontrato il prefetto D Acunto, poi il saluto del presidente della Regione: "Sinceri auguri di buon lavoro per un incarico così importanti al fine di garantire l ordine e la sicurezza"

postato fa da Latina Today
Nel giorno del suo insediamento , questa mattina il nuovo questore di Latina Giuseppe De Matteis ha incontrato il prefetto Antonio D'Acunto. Proprio durante l'incontro D'Acunto ha rivolto a De Matteis 'glia uguri più cordiali di proficuo lavoro'. Auguri che sono arrivati anche del governatore del Lazio Nicola Zingaretti. 'Voglio rivolgere le mie più sincere felicitazioni al dottor Filippo Santarelli, da oggi alla guida della Questura di Frosinone e al suo predecessore, il dottor Giuseppe De Matteis che sarà invece ora a capo della Questura di Latina - ha dichiarato il presidente della Regione in una nota -.