IN VIRGILIO

Politica

Giustizia:M5s dice 'no' incontro Orlando

Proviamo ribrezzo che Renzi possa scendere a patti con il Cav

postato fa da ANSA
(ANSA) - ROMA, 21 AGO - "Proviamo un senso di ribrezzo nel constatare che un Presidente del Consiglio possa ancora scendere a patti con Berlusconi sulla giustizia". I deputati e i senatori M5s delle commissioni Giustizia di Camera e Senato annunciano sul blog di Grillo che non incontreranno oggi il ministro Orlando per illustrargli le proposte del movimento.

Furto Guercino, riunione il 28 a Modena

Indetta dal prefetto con autorità cittadine

postato fa da ANSA
(ANSA) - MODENA, 21 AGO - Riunione il 28 agosto in Prefettura a Modena, dopo il furto del Guercino nella chiesa di San Vincenzo e la recrudescenza dei furti di opere d'arte negli edifici di culto nelle ultime settimane. L'ha indetta il prefetto Michele Di Bari, invitando - oltre ai vertici delle forze di polizia - sindaco, presidente della Provincia, arcivescovo, procuratore della Repubblica e soprintendente ai beni artistici. Previsti una mappatura delle opere di maggior rilievo e l'incremento della vigilanza.

Minacciato Bonelli, 'hai ore contate'

A marzo il portavoce aveva ricevuto una lettera con coltello

postato fa da ANSA
(ANSA) - TARANTO, 21 AGO - Il coportavoce nazionale dei Verdi, Angelo Bonelli, consigliere comunale di Taranto, ha ricevuto una telefonata con minacce di morte. Il leader ecologista lo ha rivelato su Facebook, riportando il contenuto della telefonata, avvenuta questa mattina. Lo sconosciuto avrebbe detto: "Lei ha preso soldi a Taranto e sua vita ha ore contate". Il 5 marzo Bonelli ricevette una lettera anonima con all'interno un coltello a serramanico e la scritta: "Te lo mettiamo in gola. Via da Taranto bastardo".

Vende cosmetici rubati in negozio vicino

La vittima del furto ha visto i prodotti e avvisato carabinieri

postato fa da ANSA
(ANSA) - REGGIO EMILIA, 21 AGO - Vende al mercato prodotti rubati in un negozio vicino. E' stato denunciato per ricettazione. E' successo a Reggio Emilia. Una commerciante aveva denunciato un furto nella sua profumeria. Poco tempo dopo ha visto i cosmetici su una bancarella del mercato del lunedì di piazza S.Prospero, a poche centinaia di metri dal negozio. L'ambulate, un 58enne incensurato, è stato denunciato: i prodotti avevano ancora l'antitaccheggio e il sigillo di garanzia dell'attività commerciale derubata.

Conte a Montella, gestiamo insieme Rossi

Per suo impiego. Nuovo ct azzurro a centro sportivo Viola

postato fa da ANSA
(ANSA) - FIRENZE, 21 AGO - "Sono venuto per parlare con Montella: siamo molto interessati a Giuseppe Rossi e vogliamo trovare insieme a lui una tempistica giusta per l'utilizzo del giocatore". Così Antonio Conte prima di entrare nel centro sportivo della Fiorentina dove ha in programma un incontro con il tecnico viola. "Mi fido di Montella - ha aggiunto - aspetto che sia lui a spiegare quali sono le condizioni di Rossi". Conte in giornata andrà anche a Coverciano per un sopralluogo in vista del raduno della Nazionale.

Influenze e raffreddori aumentano rischio ictus nei bambini

Studio della California University ne individua associazione

postato fa da ANSA
(ANSA) - ROMA, 21 AGO - Anche se generalmente associato a persone più avanti con l'età, chiunque può essere colpito da ictus, indipendentemente dall'età. E ad aumentarne il rischio, nei più piccoli, potrebbero essere semplici raffreddori e influenze. E' quanto emerge da uno studio californiano pubblicato su Neurology, la rivista dell'Accademia Americana di Neurologia. I ricercatori hanno esaminato il database del Kaiser Stroke Pediatrica Study, che raccoglie i dati di 2,5 milioni di piccoli pazienti. Dalle cartelle cliniche sono stati identificati 102 bambini che hanno avuto ictus e 306 bambini che non avevano avuto. Dei 102, dieci avevano avuto una visita medica per un'infezione minore (esclusi casi ad esempio di meningiti) tre giorni prima dell'ischemia. Nello stesso periodo, solo due bambini del gruppo di controllo avevano avuto una infezione. Gli autori hanno quindi calcolato che i bimbi che hanno avuto un ictus avevano 12 volte in più la probabilità di avere avuto un'infezione nell'arco dei tre giorni precedenti. I risultati suggeriscono "che l'infezione ha un effetto forte ma di breve durata sul rischio di ictus", sottolinea l'autore dello studio Heather Fullerton, professore di Pediatria e Neurologia presso il San Francisco Benioff Children's Hospital della University of California. Ai genitori arrivano però rassicurazioni. "Le infezioni minori sono molto comuni nei bambini, mentre gli ictus sono fortunatamente molto rari". Secondo la National Stroke Association, negli Stati Uniti, ne sono colpiti cinque bimbi ogni 100.000. (ANSA).

Suicidio assistito, è boom di 'turisti' europei in Svizzera

La maggior parte proveniva dalla Germania e dal Regno Unito. I dati

postato fa da AFFARITALIANI

 

Il numero di chi va in Svizzera per porre fine alla propria vita ha subito un'importante impennata. E sarebbero sempre piu' numerosi i casi di suicidio assistito non legato a malattie fatali. A scoprirlo un gruppo di ricercatori dell'Universita' di Oxford in uno studio pubblicato sul 'Journal of Medical Ethics'.

Nel 2008 sono state 123 le persone che hanno raggiunto la Svizzera per morire contro le 172 registrate nel 2012 (22 gli italiani). In totale, in questo periodo sono stati 611 i "turisti" provenienti da 31 diversi paesi che hanno deciso di ricorrere al suicidio assistito. La maggior parte proveniva dalla Germania e dal Regno Unito, rispettivamente con il 44 e il 21 per cento del totale.

Il motivo di questa drastica scelta, compiuta tra il 2008 e il 2012, e' per il 47 per cento riferibile a malattie neurologiche, anche se solo alcune sono fatali, contro il 12 per cento avvenuto tra il 1990 e il 2000. Le malattie reumatiche e del tessuto connettivo, generalmente non considerate mortali come ad esempio l'artrite reumatoide e l'osteoporosi, hanno rappresentato il 25 per cento dei casi analizzati nel nuovo studio contro il 10 di quelli registrati tra il 1990 e il 2000. Inoltre, e' stato registrato anche un piccolo aumento del numero di persone emigrate in Svizzera a causa di problemi di salute mentale: 3,4 per cento nel recente studio, rispetto al 2,7.

D'altra parte il tumore e' stato citato come causa nel 37 per cento dei casi tra il 2008 e il 2012, un 10 per cento in meno rispetto al passato. Secondo i ricercatori, uno dei motivi per cui le persone non in condizioni terminali scelgono di morire in Svizzera e' la paura di perdere la mobilita' aspettando troppo. "Sappiamo che molti di coloro che viaggiano lo fanno prima di quanto vorrebbero per affrontare il viaggio mentre stanno fisicamente abbastanza bene", ha detto Michael Charouneau del gruppo britannico Dignity in Dying. "L'idea del suicidio assistito e' oggi piu' accettabile di quanto non lo fosse 10 o 20 anni fa", ha osservato Ruth Horn, ricercatrice dell'Universita' di Oxford.

(Affaritaliani.it )

Droga in carcere, denunciato detenuto

Nelle scarpe aveva 5 grammi di cocaina e 33 di hashish

postato fa da ANSA
(ANSA) - TARANTO, 21 AGO - Un detenuto di 29 anni è stato sorpreso all'interno della sua cella, nel carcere di Taranto, con tre involucri contenenti circa 5 grammi di eroina e 33 grammi di hashish. La droga è stata sequestrata, mentre il giovane è stato denunciato per violazione della legge sugli stupefacenti. Sono in corso le indagini per appurare come la droga sia stata introdotta in carcere. La droga, trovata grazie al fiuto di una unità cinofila, era nascosta in un paio di scarpe del detenuto.

Lavoro: varato reddito di attivazione

Olivi, da settembre operativo, in 3 anni 28 milioni per 36.000

postato fa da ANSA
(ANSA) - TRENTO, 21 AGO - La Commissione per l'impiego della Provincia di Trento ha approvato la proposta relativa all'attuazione del reddito di attivazione, il principale strumento per la delega degli ammortizzatori sociali. Una proposta che la Giunta provinciale sarà chiamata ad approvare lunedì prossimo. Per il triennio 2014-2016 verrà garantito dalla Provincia un impegno finanziario di circa 28 milioni di euro che consentiranno di sostenere all'incirca 36 mila soggetti, dice l'assessore Alessandro Olivi.

Crisi: aumentano imprese in rosa

Molte ancora in lavoro dipendente, ma segnali voglia autonomia

postato fa da ANSA
(ANSA) - ROMA, 21 AGO - Le donne rappresentano solo il 21,4% dell'universo delle imprese italiane (circa 1,3 milioni su poco più di 6) e il 45,23% degli occupati dipendenti (7,6 milioni sul totale di 16,6 occupati alle dipendenze). Ma stanno reagendo alla crisi meglio degli altri creando nuove imprese a un ritmo superiore alla media: +0,73% l'incremento dello stock di imprese femminili registrato tra aprile e giugno di quest'anno, contro una variazione media complessiva dello 0,42%. Sono i dati di Unioncamere.

Virgilio Notizie su Facebook

DAGLI UTENTI

powered by OKNOtizie

DALLA RETE

CERCA IN NOTIZIE